Contenuto riservato agli abbonati

Sale la carenza di medici di base, nei paesi mantovani scatta la caccia a quelli già in pensione

Borgo Virgilio e Bagnolo stanno convincendo alcuni sanitari da poco a riposo. Beduschi: «Noi ci mettiamo l’ambulatorio, Ats fornisca gli strumenti informatici»

MANTOVA. «Uno, forse due, li abbiamo già trovati, perché anche qui a Borgo Virgilio la situazione sta diventando davvero pesante».

Un progetto pilota sta per partire in paese per reclutare medici di medicina generale già in pensione che possano entrare nuovamente in servizio e dare una mano a quelli rimasti attivi. A fare da apripista è il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Alessandro Beduschi, che insieme al sindaco Francesco Aporti, sta cercando di trovare una soluzione alla carenza di medici di base nel loro territorio.

Video del giorno

Giordania, cede la fune e un serbatoio di cloro cade sulla nave: la nuvola tossica uccide 10 persone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi