Mantova, in arrivo 12,5 milioni per la rigenerazione urbana di 34 Comuni

Copyright 2021 Nicola Saccani, all rights reserved

Resa nota dal Pirellone la graduatoria del bando 2021. Soldi anche per la riqualificazione del parcheggio ex Kennedy in città 

MANTOVA. I tanto attesi soldi per la rigenerazione urbana promessi dalla Regione con un bando che risaliva ai primi del 2021 sono in arrivo. Ieri il Pirellone ha reso nota la graduatoria dei progetti presentati dai Comuni che, complessivamente, riceveranno 200 milioni di euro. Per avere i contributi bisognerà attendere la pubblicazione della graduatoria sul Bollettino regionale e la comunicazione ufficiale.

Per quanto riguarda il Mantovano sono stati stanziati 12 milioni 417mila euro che andranno a finanziare i progetti di 34 Comuni. Tra loro figurano proposte importanti, che sistemeranno aree ed edifici urbani molto delicati, restituendoli alla fruizione pubblica oppure migliorandola. Per Mantova, ad esempio, il progetto finanziato è quello relativo alla riqualificazione del parcheggio dell’ex scuola Kennedy in via Primaticcio, con il riallineamento di quest’ultima a Palazzo Te che si trova a due passi. Il progetto costerà 510mila e il Comune ha ricevuto quanto chiesto, 480mila euro (il resto lo metterà l’Amministrazione stessa).

Soddisfatto l’assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli: «Si tratta di un progetto strategico per più aspetti – afferma –: da un lato riqualifica un'area importante e funzionale alla fruibilità di Palazzo Te e del futuro parco, dall'altro permette di migliorare sensibilmente la viabilità di collegamento fra via Montello, il sottopasso ferroviario e la rotonda di via Visi i cui lavori sono in corso di ultimazione. Il progetto si inquadra, quindi, in un importante masterplan di interventi che riguarderanno l'area di Palazzo Te e Te Brunetti».

Originariamente i lavori per tutte le opere finanziate avrebbero dovuto partire nel novembre 2021: visto il ritardo con cui è arrivato il responso del bando, inevitabilmente si slitterà: «Vedremo di capire le date – dice l’assessore – ma noi stiamo già lavorando sul progetto esecutivo». Altro progetto finanziato è quello del Comune di Castiglione delle Stiviere; si tratta del restauro dell’ex casa del Fascio, in piazza Dallò (oggi sede dell’Arci), che diventerà una casa della cultura con tanto di caffé letterario e sala di lettura. Il progetto costa 930mila euro, ma il Comune riceverà quanto richiesto: 500mila euro.

Finanziato anche il progetto di Acquanegra per ricavare un auditorium nella vecchia casa del custode, all’interno delle scuole (420mila euro il costo, interamente finanziato). Passa anche la riqualificazione dei giardini di via Tobagi e di quelli dei gelsi a San Giorgio Bigarello, comprese le nuove ciclabili di Mottella e Tripoli (686mila euro, ma concessi 313mila euro a seguito di uno stralcio di alcune parti). Soldi (413mila euro su un costo di 475mila) anche a Bagnolo per un museo nelle ex scuole di San Biagio per collocarvi i reperti etruschi ritrovati al Forcello.

A Viadana verrà recuperata l’area spettacoli Arena e il parco Baden Powell (392mila euro concessi). Goito riqualificherà le aree davanti ai negozi che affacciano sulla Goitese e quellieche vanno da piazza Sordello a via 25 aprile (100mila euro): il contributo, però, viene concesso con riserva (ci sarebbero dei problemi con il titolo di proprietà della zona in cui si interverrà). A Castel Goffredo i 500mila euro, su un progetto da 1,8 milioni serviranno al recupero dell’ex cinema Smeraldo per trasformarlo in polo culturale.

A Rivarolo concessi 414mila euro per il restauro di Palazzo Pretorio e della Torre civica; a Gonzaga prevista la riqualificazione del centro storico di Bondeno con 250mila euro (costo del progetto 625mila euro).

Contributi sono arrivati anche ad altri Comuni: Sabbioneta 500mila euro, Dosolo 420mila, Marcaria 500mila, Roverbella 443mila, Cavriana 383mila, Quistello 258mila, Villimpenta 500mila , Ceresara 145mila, San Giovanni Dosso 100mila, Casaloldo 500mila, Medole 500mila, Marmirolo 498mila, Castelbelforte 328mila (concedibile con riserva), Guidizzolo 500mila (concedibile con riserva), Sermide 450mila (concedibile con riserva), Volta 500mila, Casalmoro 425mila, Gazoldo 500mila, Curtatone 474mila, Piubega 500mila, San Giacomo Segnate 500mila euro, Castellucchio 148mila, Magnacavallo 138mila, Borgo Virgilio 500mila. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi