Mancano 86 medici di base: ecco tutti i comuni mantovani scoperti

«Situazione molto peggiore rispetto al resto della Lombardia». Mobilitazione del Pd con raccolta firme per sollecitare il governatore Fontana a fare di più

MANTOVA. In provincia di Mantova mancano almeno 86 medici di medicina generale. A sottolineare la grave carenza di medici di base è la consigliera regionale del Partito democratico, Antonella Forattini, mentre scorre il Burl, il bollettino ufficiale di Regione Lombardia che ha appena pubblicato tutti gli ambiti territoriali scoperti dal servizio in tutte le province Lombarde.

«La carenza di medici di base nella provincia di Mantova – incalza Forattini – è molto peggiore che nel resto della Lombardia. Dai dati pubblicati nel Burl riguardo agli ambiti carenti, si evince come sul nostro territorio manchino ben 86 medici di medicina generale rispetto alle necessità minime. Addirittura, in ben sei aree territoriali su nove i medici mancanti sono più di dieci. Un gap enorme che sta provocando gravi disservizi ai cittadini».

Nei prossimi giorni e per due fine settimana il Pd sarà sul territorio con banchetti nei comuni per raccogliere firme. L’obiettivo: spingere la giunta Fontana a fare di più. «Con la nostra mobilitazione – continua l’esponente Dem – chiediamo che vengano messi in campo più incentivi per invogliare i medici a insediarsi negli ambiti carenti, dando ambulatori gratuiti e aiuti per il personale infermieristico e di segreteria. Chiediamo anche che le borse di studio vengano aumentate ed equiparate a quelle delle specializzazioni ospedaliere e che vengano programmate per tempo le sostituzioni».

«Vent’anni di Lega in Regione – spiega Marco Marcheselli, segretario provinciale del Pd – hanno portato al disastro la sanità territoriale. Con questa mobilitazione portiamo avanti una battaglia sacrosanta nell’interesse dei cittadini, che hanno diritto alla presenza capillare di medici di medicina generale e di pediatri di libera scelta».

Sul Burl di Regione Lombardia sono stati individuati nove ambiti territoriali carenti in provincia di Mantova per un totale di 86 medici mancanti. In particolare ecco dove la Regione ha individuato l’obbligo di apertura di ambulatori (tra parentesi il numero necessario): Acquanegra sul Chiese (1), Mariana Mantovana (1), Casaloldo (2), Castel Goffredo (3), Piubega (1), Redondesco (1), Castiglione delle Stiviere (1), Goito (2), Medole (1), Ponti sul Mincio (2), Volta Mantovana (1), Cerese (4), Rodigo (1), Bagnolo San Vito (2), Cittadella (1), Lunetta (2), Magnacavallo (1), Quistello (1), San Giovanni del Dosso (1), Sustinente (1), Poggio Rusco (1), Palidano (1), Moglia (1), Motteggiana (1), Pegognaga (3), Suzzara (2), Gonzaga (1), Campitello (2), Rivarolo Mantovano (2), Viadana (3), San Matteo delle Chiaviche (1), Casaletto (1), Commessaggio (1). Gli altri 36 ambulatori mancanti dovranno essere aperti all’interno degli ambiti territoriali.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Canneto, l'Oglio in secca fa riemergere le palafitte dell'età del Bronzo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi