Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, chiesa del Gradaro piena di infiltrazioni: scattano i lavori di manutenzione

Intervento sul tetto per salvaguardare il tempio medievale. L’architetto: «Recupereremo l’affresco sulla facciata». Cantiere aperto anche a San Luigi

MANTOVA. Al lavoro per salvare dalle infiltrazioni e quindi dall’umidità, una delle più interessanti chiese della città: la duecentesca Santa Maria del Gradaro. L’impresa edile mantovana Brunoni costruzioni ha aperto il cantiere sul tetto dell’antico edifico religioso al confine tra Valletta Valsecchi e Anconetta (a ridosso di Mantova hub), da poche settimane. «Stiamo facendo la manutenzione straordinaria della copertura che sovrasta una navata – spiega l’architetto Alessandro Campera, vice direttore dell’Ufficio tecnico beni culturali della diocesi – avevamo notato quelle infiltrazioni nel 2016 quando coordinammo un altro intervento, quello sul tetto del presbiterio con contributo della Fondazione Cariplo.

Video del giorno

Troppa emozione per la proposta di matrimonio: la futura sposa vede l'anello e sviene

La guida allo shopping del Gruppo Gedi