Progetto Mincio, a Mantova torna il monitoraggio con gli studenti

Coinvolti i ragazzi degli istituti Strozzi e Fermi e dei comprensivi di Goito e Roncoferraro. Con il coordinamento di Labter-Crea

MANTOVA. Il 21 aprile torna la giornata di monitoraggio di Mincio, Goldone e Osone con due scuole superiori (Strozzi e Fermi) e due istituti comprensivi (Goito e Roncoferraro), per il coordinamento di Labter-Crea. Dopo lo stop del 2020 e l’edizione 2021 in istituto, e dopo mesi di addestramento alle analisi nelle singole scuole, il Progetto Mincio festeggia il 31° anno.

Lo farà con la giornata di monitoraggio, sempre molto complessa sul piano organizzativo, ma resa possibile dalla esemplare collaborazioni tra scuole, enti locali, associazioni e aziende private che da tempo caratterizza le iniziative promosse da Labter-Crea.

Attori del monitoraggio saranno: allievi di 2A, 2D, 2C e 2B secondaria di primo grado (media) di Goito, con Tiziana Benlodi, Alessandro D’Aloisio, Sonia Grizzi, Antonio Nobile, Emanuela Magalini; la 2B di Roncoferraro con Marco Mantovani, Moira Somenzi e Ambra Paganini; la 4D Articolazione produzioni e trasformazioni dello Strozzi con Matteo Bertellini, Gianmarco Saviola e gli assistenti tecnici Paolo Mazzucco e Matteo Della Vecchia; 4CCH materiali e 4CBIO biotecnologie del Fermi in gruppi coordinati da Cristian Soncini, Monica Baldini, Adelia Pezzini, Carlo Sai, Sergio Platania e Alda Sanguanini, coadiuvati dal coordinatore di Labter-Crea.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ghiacciaio della Marmolada, il video della zona del crollo il giorno prima

La guida allo shopping del Gruppo Gedi