Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, sciopero dei vigilantes il 2 maggio: «Stop a turni disumani e a stipendi da fame»

Cgil, Cisl e Uil: senza contratto da sette anni le 300 guardie mantovane

MANTOVA. Sono ormai quasi sette anni che aspettano un aumento salariale e tirano avanti con paghe orarie insufficienti, a cui si aggiungono continue richieste di flessibilità e di prestazioni aggiuntive a causa dell’emergenza Covid. Ma la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale si è arenata un’altra volta e a questo punto è sciopero: è stata proclamata dalle segreterie nazionali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil per lunedì 2 maggio la protesta di migliaia di guardie particolari giurate e di addetti ai servizi di sicurezza.

Video del giorno

Giordania, cede la fune e un serbatoio di cloro cade sulla nave: la nuvola tossica uccide 10 persone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi