Contenuto riservato agli abbonati

Esposizione all’amianto: incubo per 11mila operai lombardi

Tanti i lavoratori ammessi dall’Inail ai benefici: ma quelli a rischio sono di più. Mantova e le visite in ritardo: in Lombardia è la provincia più in affanno

MANTOVA. La formula è fredda – “ex esposti amianto” – ma l’ansia li brucia e consuma come la più feroce delle condanne. Così per gli oltre 11mila lavoratori lombardi ammessi dall’Inail ai benefici previdenziali previsti dalla legge. Numero in difetto, perché quelli che contano gli anni e trattengono il fiato sono molti di più. Anche più dei 9.215 lavoratori che si sono visti respingere la domanda per i benefici di cui sopra, riservati a chi ha maneggiato e inalato amianto per almeno un decennio.

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi