Contenuto riservato agli abbonati

Crepet a Mantova: «Il pericolo per il futuro dell’uomo è una vita di comodità»

Lo psichiatra e saggista parla a ruota libera allo Spazio Te: «Servono coraggio e passione, non selfie e influencer»

MANTOVA. «Siamo barocchi, pieni di cose ma ci manca l'essenziale. L'essenziale non è materiale, l'essenziale è il futuro ma dobbiamo avere voglia di ricostruirlo». Così Paolo Crepet all'evento promosso dal "Gruppo Tea per la sostenibilità". Lo psichiatra sociologo e saggista affronta in due ore di dialogo serrato con il pubblico il tema della «complessità che abbiamo davanti», dopo due anni di pandemia e con una guerra in corso, proposto dagli organizzatori.

Video del giorno

Troppa emozione per la proposta di matrimonio: la futura sposa vede l'anello e sviene

La guida allo shopping del Gruppo Gedi