Una colletta tra dipendenti dell’Asst di Mantova per gli ucraini

MANTOVA. Una colletta tra i dipendenti dell’Asst di Mantova per raccogliere fondi da destinare all’accoglienza dei profughi ucraini sul territorio mantovano. La generosità del personale dell’azienda socio sanitaria di Mantova non si misura solo con il profondo impegno profuso in questi due anni e mezzo di emergenza sanitaria. Dopo lo scoppio della guerra in Ucraina l’Azienda socio sanitaria territoriale ha promosso una campagna interna di raccolta fondi tra i dipendenti che ad oggi ha consentito di raccogliere, a mezzo sia di trattenuta in busta paga sia di versamento mediante piattaforma PagoPa, l’importo di quasi tremila euro da destinare all’accoglienza dei profughi ucraini in provincia di Mantova.

L’Asst ha valutato la possibilità di destinare questi contributi a enti che abbiano già attivato una propria iniziativa volta a supportare l’accoglienza dei profughi nel nostro territorio. Tra i questi enti figura anche la Fondazione Comunità Mantovana onlus, che ha avviato un’iniziativa in favore dell’accoglienza aprendo un conto corrente dedicato. L’Asst, che da molti anni ha avviato una proficua collaborazione con la Fondazione Comunità Mantovana, ha quindi deciso che, trattandosi di una raccolta fondi estranea al core businessaziendale, ha nominato la fondazione quale soggetto destinatario dei contributi raccolti per in favore dell'emergenza ucraina.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi