Contenuto riservato agli abbonati

Neurochirurgia al Poma di Mantova: finalmente c’è l’ok della Regione

Via oggi, 18 maggio, al tour di Fontana e Moratti in città, a Goito e ad Asola. L’assessore al Welfare: «Con la seconda risonanza in tre mesi via tutto l’arretrato». «Entro l’anno pronto il progetto di fattibilità per costruire l’ultimo pezzo del Poma»

MANTOVA. Al di là dell’inaugurazione della prima Casa di comunità nel Mantovano e del taglio del nastro a nuove apparecchiature ospedaliere, la notizia del giorno è l’arrivo della Neurochirurgia al Carlo Poma, reparto di alta specialità rimasto per anni solo nei sogni di molti direttori generali che si sono avvicendati alla guida della sanità mantovana. Ma non è tutto: entro la fine di quest’anno sarà concluso il progetto di fattibilità del blocco E, di fatto l’atteso completamento del nuovo ospedale Poma.

Parola

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi