Contenuto riservato agli abbonati

Collettore del Garda, lavori fermi: «Mancano all’appello 72 milioni»

Il cantiere è bloccato fino a ottobre per non incidere sulla stagione turistica, ma i rincari mettono in dubbio la ripartenza

PESCHIERA DEL GARDA (VERONA). I conti non tornano e in più i prezzi aumentano: per ora il cantiere per il collettore del Garda, sponda veneta, è fermo fino a ottobre per non ostacolare la stagione turistica ma i maxi tubi accatastati ai piedi di Gardaland rischiano di non muoversi di lì per più tempo del previsto.

A decretare il rischio di un fermo lavori prolungato sono i costi: «Mancano all'appello 72 milioni di euro», giunge voce da Verona.

Video del giorno

Maltempo a Cremona: una tromba d'aria abbatte alberi e infrastrutture

La guida allo shopping del Gruppo Gedi