Milan campione d’Italia: a Mantova scoppia la festa tra bandiere e fumogeni

Le foto dei festeggiamenti dei tifosi in città per il 19esimo scudetto dei rossoneri, il primo del post Berlusconi

MANTOVA. Fischia tre volte l’arbitro, quasi a voler sottolineare gli altrettanti gol che portano in paradiso il Diavolo. La partita di Reggio Emilia con il Sassuolo è finita e il Milan è campione d’Italia. Esplode la festa rossonera in tutt’Italia e Mantova non fa certo eccezione. Appena arriva la certezza del 19° scudetto i tifosi rossoneri si riversano in piazza Cavallotti per dar sfogo alla loro felicità.

Sono undici anni che aspettavano questo momento, finalmente arrivato dopo un testa a testa entusiasmante con i cugini dell’Inter, vittoriosi anche loro ieri per 3-0, ma con poca voglia di festeggiare. «Siamo noi, siamo noi, i campioni dell’Italia siamo noi» gridano a squarciagola i tifosi del Milan, mentre sventolano bandiere e sciarpe rossonere. C’è anche qualche fumogeno in tinta, ma tutto sommato la festa è all’insegna della correttezza. Niente eccessi e, soprattutto, gran rispetto per persone e cose. Niente atti vandalici, che in occasioni simili possono sempre essere ospiti sgraditi.

Non mancano i cortei di auto che sfrecciano a clacson spiegati e con la bandiera fuori dai finestrini. E ci sono i tifosi in scooter, maglia rossonera come seconda pelle, che sciamo per la città. Ma è piedi che si dà il meglio, soprattutto sventolando per strada un “bandierone” rossonero con la scritta campioni in testa al corteo di tifosi. La gioia è tanta e incontenibile, soprattutto per i supporter più giovani che non hanno assaporato le vittorie dell’era berlusconiana, ma hanno vissuto i tempi grami della ricostruzione. Adesso che lo scudetto è arrivato, si guarda con ottimismo al futuro che, con il cambio di proprietà, sembra profumare di Europa. E già i tifosi volano con la fantasia.

L’anno prossimo, però, in Italia i rossoneri troveranno pane per i loro denti, giurano (o meglio, sperano) i tifosi avversari. Che piace immaginarli mentre, chiusi in casa, dalla finestra, scostata leggermente la tenda per non farsi scorgere, guardano con invidia la festa rossonera.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi