Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, chiude la pasticceria Chiozzini: «Costretto ad andarmene»

Silverio Tenedini, da apprendista a titolare dell’attività storica di via Conciliazione: «Non mi hanno rinnovato il contratto d’affitto, lavorerò ancora fino a domenica»

MANTOVA.  Chiude un’altra pasticceria storica di Mantova, ma non perché non ci sia più spazio sul mercato o perché il titolare non riesca più a portare avanti l’attività. Tutt’altro. Silverio Tenedini della pasticceria Chiozzini di via Conciliazione, pur avendo scavallato gli 80 anni d’età, è costretto a dire basta per volontà di altri. Il fisico reggerebbe ancora, ma servirebbe altro. «Il proprietario dell’immobile dove ho laboratorio e negozio l’anno scorso non mi ha rinnovato il contratto d’affitto – spiega mentre prepara le pizzette per oggi dopo il giorno di chiusura del lunedì – vuole l’edificio libero: sono rimasto qui un anno, ma dopo essere passato per avvocati e tribunali sono costretto ad andarmene entro il 30 giugno».

Video del giorno

Maltempo a Cremona: una tromba d'aria abbatte alberi e infrastrutture

La guida allo shopping del Gruppo Gedi