Violenta una ragazzina e ruba un’auto per scappare dai genitori: i carabinieri lo arrestano

L’uomo, 42 anni, è stato rintracciato dopo un incidente con la macchina rubata a Castel Goffredo. La vittima ha meno di 14 anni: la violenza si sarebbe consumata durante un pranzo 

CASTEL GOFFREDO. Prima la violenza, nei confronti di una ragazzina con meno di 14 anni, poi la fuga con la macchina rubata. Infine, l’incidente e l’arresto. Così per un 42enne, che adesso dovrà rispondere dei reati di violenza sessuale aggravata e furto.

Ad arrestarlo, il 22 maggio, sono stati i carabinieri di Piubega e del Nucleo operativo e radiomobile di Castiglione delle Stiviere. A innescare l’indagine, la richiesta d’intervento arrivata il giorno prima alla centrale operativa dei carabinieri di Castiglione, per un’auto uscita di strada e finita in un fosso a Castel Goffredo.

Sul luogo dell’incidente, però, i militari dell’Arma non avevano trovato nessuno. Riannodando il filo dell’accaduto, hanno quindi scoperto che l’auto era stata rubata dal 42enne per fuggire e sottrarsi alla legittima rabbia dei genitori della ragazzina a cui lui aveva usato violenza. L’episodio si sarebbe consumato durante un pranzo al quale avevano partecipato diverse persone.

I carabinieri hanno quindi avviato la procedura prevista dalla legge sul “codice rosso”, rintracciando e arrestando il 42enne, attualmente in cella a Mantova dopo che la procura ha ottenuto la convalida del fermo e la custodia cautelare in carcere.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Canneto, l'Oglio in secca fa riemergere le palafitte dell'età del Bronzo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi