Manovra da 5 milioni del Comune di Mantova per welfare, turismo e nuove telecamere

Con la variazione di bilancio ok a lavori anche nelle scuole. Stanziati 45mila euro per manutenzioni al canile e al gattile

MANTOVA. Nuova variazione di bilancio della giunta per allocare 3 milioni e 520mila euro provenienti dall’avanzo 2021 e un milione e 480mila euro incamerati quest’anno. In tutto cinque milioni da destinare parte al welfare e parte a opere pubbliche, come l’acquisto e la demolizione del magone di Colle Aperto.

Per quanto riguarda i fondi 2022 le principali voci sono il Fondo di solidarietà statale per 117mila euro, l’eredità Alberti per 250mila euro, il contributo statale per la video-sorveglianza degli uffici giudiziari (60mila euro), il contributo regionale per la video-sorveglianza dei parchi (80mila euro), gli oneri di urbanizzazione per 338mila euro, le economie fatte sulla nuova piazza di Fiera Catena trasferite sul progetto della palestra in costruzione, per 256 mila euro.

I cinque milioni saranno destinati in buona parte a welfare (540 mila euro), cultura e promozione turistica della città (635 mila euro), attività economiche (330 mila euro), aumento delle bollette delle utenze comunali ( 275 mila euro).

Sul fronte degli investimenti la voce più significativa è di un milione e 205mila euro per l’esproprio e la demolizione del magone di Colle Aperto, oltre a interventi sugli impianti termici del Campo canoa, a lavori nell’ex sede della circoscrizione di via Facciotto e nelle scuole (125 mila euro), all’adeguamento delle reti wi-fi in sedi comunali e biblioteche (45 mila euro), ai nuovi varchi ztl di via Dottrina Cristiana, via Govi, vicolo Stretto e vicolo Barche (parcheggio ex Tea) per 116 mila euro, alla videosorveglianza di parchi e uffici giudiziari (170mila euro), all’adeguamento degli ascensori delle scuole Nievo e Pomponazzo (60mila euro), alla centrale termica di Palazzo Te (100mila euro), all’integrazione della palestra di via Grayson (282mila euro).

E ancora, alla sistemazione dell’area esterna a via Grayson (75mila euro), alle manutenzioni straordinarie sugli impianti sportivi (70mila euro), all’acquisto di due appartamenti dalla società Robinie (120 mila euro), alla manutenzione di canile e gattile (45mila euro), alla sistemazione della staccionata di via Falcone a Castelletto Borgo (50mila euro), agli interventi straordinari sulle caditoie (50mila euro), alla manutenzione dei presidi anti incendio (65mila euro).

«Abbiamo investito ancora sul settore welfare confermando l’attenzione sulle politiche sociali in questo difficile periodo – dice il vicesindaco nonché assessore al bilancio Giovanni Buvoli – abbiamo anche messo ulteriori risorse per cultura e promozione della città e del tessuto economico per sostenere la ripresa post Covid. Continua l’opera di riqualificazione urbana e di lotta al degrado con la demolizione del magone di Colle Aperto».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ghiacciaio della Marmolada, il video della zona del crollo il giorno prima

La guida allo shopping del Gruppo Gedi