Mantova, il magone di Colle Aperto arrivato a fine corsa: demolizione nel 2023

Oltre un milione per acquisirlo, abbatterlo e farne un parco.Il sindaco Palazzi: «Promessa mantenuta». Il piano ora in consiglio

MANTOVA. Dopo Fiera Catena, Due Pini e Porta Cerese anche il magone di Colle Aperto è arrivato a fine corsa. La giunta comunale ha approvato lo studio di fattibilità tecnico-economica inserito nel piano di “Rigenerazione urbana del quartiere Colle Aperto” che prevede acquisizione, demolizione e ripristino ambientale del centro commerciale mai nato in via Benedetto Croce.

Redatto dall’ufficio tecnico comunale, per l’aggiornamento del piano triennale dei lavori pubblici 2022-2024, lo studio prevede un quadro economico complessivo di intervento di poco più di 1,2 milioni di euro. Sono compresi interventi di demolizione dell’edificio, lo smaltimento del materiale in discarica, il riempimento del sedime con materiale idoneo e il riporto di terreno vegetale. Inoltre: opere per la formazione del prato fino al completo attecchimento. Altre spese tecniche riguardo progettazione, direzione lavori, rilievi, accertamenti, indagini e analisi di laboratorio.

«Avevamo promesso ai residenti di Colle Aperto di espropriare e demolire il magone di cemento armato che da tanti anni degrada quell’area – dichiara il sindaco Mattia Palazzi – stiamo mantenendo anche questo impegno, ci abbiamo appena messo oltre un milione. Nel 2023 vogliamo riuscire a demolirlo. In sei anni abbiamo tolto dalla città i magoni ereditati, da Fiera Catena, al vecchio palazzetto dello sport di Porta Cerese, ai garage di Due Pini e ora Colle Aperto. I cittadini meritano spazi pubblici senza degrado». Lo studio di fattibilità verrà ora sottoposto all’approvazione del consiglio comunale insieme alle variazioni al bilancio 2022.

«L’approvazione dello studio di fattibilità – spiega l’assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli – è funzionale alla prossima variazione di bilancio dove si stanzieranno le risorse per concludere l'esproprio e per l’abbattimento del magone di Colle Aperto. Si tratta di un passaggio di grande rilevanza per il quartiere, un intervento atteso da molto tempo, a cui diamo risposte concrete. Adesso seguirà l'iter progettuale e l'affidamento lavori per procedere quanto prima con l'avvio del cantiere».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ghiacciaio della Marmolada, il video della zona del crollo il giorno prima

La guida allo shopping del Gruppo Gedi