Suocera violenta, ma il marito viene assolto

Il caso di Ceresara: la giudice Raffaella Bizzarri ha avallato la tesi del difensore Sebastiano Spagnoli, secondo il quale Leasi non si è reso complice dei maltrattamenti di cui non era nemmeno a conoscenza

CERESARA. Il fatto non sussiste: a sorpresa è stato assolto dall’accusa di maltrattamenti e sequestro di persona ai danni della moglie Davide Leasi, il 42enne di Ceresara che era finito a processo in insieme alla madre, Elena Mantelli. Quest’ultima, 65enne, è già stata condannata in Appello a due anni e sei mesi di reclusione, mentre il figlio ora è stato scagionato. La giudice Raffaella Bizzarri ha avallato la tesi del difensore Sebastiano Spagnoli, secondo il quale Leasi non si è reso complice dei maltrattamenti di cui non era nemmeno a conoscenza. La Pm Silvia Bertuzzi aveva chiesto invece di condannarlo a 3 anni.

La suocera era stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di aver picchiato in più occasioni la nuora con il bastone in testa e non solo, di averla chiusa a chiave in casa, obbligata a lavare i pavimenti ogni giorno, lasciata spesso senza mangiare tanto da essere costretta a cercare il cibo nei cassonetti dell’immondizia. Lo scorso ottobre, però, in aula, la donna vittima delle violenze, ha difeso sia il marito che la suocera, dicendo che ora è tutta un’altra persona, “amorevole”.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Le urla di Renato Zero davanti all'hotel di Giorgia Meloni: "E' un regime, str***i! Votate la me**a che siete"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi