Contenuto riservato agli abbonati

Nuovo allarme dei sindacati per Versalis: a Mantova produzioni col freno e stop a un impianto

Tra chiusura del cracking, rincari della logistica e scenari di guerra la produzione rallenta. Documento delle Rsu: «Sale la preoccupazione dei lavoratori»

MANTOVA. Tra scenari di guerra, chiusura dell’impianto cracking di Porto Marghera e rincari nella logistica, è frenata nelle produzioni dello stabilimento Versalis di Mantova con rallentamenti e addirittura lo stop a un impianto. Nel giorno del tavolo al Mise sul futuro della chimica italiana e mentre salgono i timori per la situazione non semplice del petrolchimico siracusano di Priolo, in via Taliercio a Mantova l’esecutivo Rsu suona il campanello d’allarme in un comunicato sindacale in cui informa i colleghi che dopo che nelle scorse settimane «avevamo riscontrato un rallentamento delle produzioni di sito», qualche giorno fa sono stati informati «che lo stabilimento subirà un ulteriore rallentamento con addirittura la fermata di un impianto».

Come

Video del giorno

Canneto, l'Oglio in secca fa riemergere le palafitte dell'età del Bronzo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi