Giro di vite sull’uso dell’acqua anche a Mantova: scatta l’ordinanza del sindaco Palazzi

Copyright 2022 Stefano Saccani, all rights reserved

Vietato innaffiare giardini pubblici e privati, stop al lavaggio di veicoli e cortili. Fontane bloccate per risparmiare: funzioneranno solo quelle con il rubinetto

MANTOVA. Giro di vite sull’uso dell’acqua sul territorio comunale. Recependo le indicazioni del decreto della Regione per affrontare l’emergenza siccità, il sindaco Mattia Palazzi ha firmato un’ordinanza per ridurre lo spreco d’acqua. Il documento prevede «con decorrenza immediata e sino al termine dello stato di criticità idrica (il decreto regionale lo fissa al 30 settembre), il divieto di prelievo e di consumo di acqua potabile per l’irrigazione ed annaffiatura di giardini e prati privati e pubblici, fatta eccezione per l’irrigazione pubblica a goccia che interessa i nuovi impianti di alberi e specie arboree ed arbustive che devono essere preservati e per le altre modalità di innaffiatura delle aree verdi pubbliche la cui sospensione comporti danni irreversibili alle essenze arboree. In tal caso dovrà comunque essere ridotta al massimo possibile la frequenza dei cicli di innaffiatura».

L’ordinanza vieta anche «il lavaggio di cortili, piazzali e terrazze, il lavaggio di veicoli privati, ad esclusione di quello svolto dagli autolavaggi. Vietato il riempimento o l’alimentazione di fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine private anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua». Stop alle fontanelle pubbliche «ad erogazione continua non dotate di rubinetto di chiusura e apertura del flusso, fatta eccezione per quelle necessarie al monitoraggio della salubrità dell’acqua».

In sintesi, sono proibiti «tutti gli usi diversi da quelli alimentare, domestico e igienico, se non strettamente necessari».

«Il Comune – sottolinea Palazzi – fa la propria parte per ridurre al minimo lo spreco d’acqua in particolare in questo periodo di siccità. Chiedo che anche i cittadini mantovani, ciascuno nel proprio ambito, si facciano responsabilmente parte attiva di questo sforzo finalizzato a preservare quanto più possibile un bene prezioso e indispensabile come l’acqua. Altre buone prassi sono pubblicate sulla pagina Facebook del Comune di Mantova».

LE PREVISIONI

La grande bolla africana continuerà a pompare caldo torrido in Italia e in Europa anche la prossima settimana. Già oggi, nel Mantovano, avvertiremo un aumento di temperatura. «La massima in città dovrebbe raggiungere i 35 gradi – spiega Marco Giazzi di Meteonetwork – ma la giornata di lunedì sarà probabilmente la più calda della settimana, con una massima che toccherà i 37 gradi, forse addirittura i 38».

E la pioggia? «Martedì potrebbe, e sottolineo l’uso del condizionale, esserci l’unica parentesi di precipitazioni della settimana – dice Giazzi – è previsto il passaggio di una perturbazione sulle Alpi nel pomeriggio, ma città e buona parte del territorio provinciale rischiano di essere fuori dalla sua portata. Forse l’Alto Mantovano potrebbe essere interessato da qualche temporale. Potrebbero essere temprali molto violenti, in grado di fare danni senza, ovviamente, risolvere il problema della siccità». Qualche dato statistico ci può far comprendere la gravità della situazione. Da inizio anno ad oggi sono caduti in città solo 155 millimetri di pioggia. «Di norma dovrebbero essere circa 400 – spiega Giazzi – in giugno, poi, ne sono caduti solo 17».

I CONSIGLI

Il caldo eccessivo può avere effetti negativi sulla salute. Ats Val Padana fornisce diversi suggerimenti per ridurre i rischi. Come ovvio è bene evitare di uscire e svolgere attività fisica nelle ore più calde del giorno, dalle 11 alle 17. Conviene aprire le finestre dell’abitazione al mattino abbassando le tapparelle o socchiudendo le imposte. Attenzione agli sbalzi di temperatura quando si passa da un ambiente molto caldo a uno con l’aria condizionata. In caso di mal di testa provocato da un colpo di sole o di caldo, occorre abbassare la temperatura bagnandosi con acqua il capo. È indispensabile – soprattutto per gli anziani – bere spesso, anche se non si ha sete.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

A Mantova il nuovo parco del Te prende forma: ecco i lavori visti dal drone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi