Pubblicata la gara di vendita dell’area degradata ex Opg di Castiglione delle Stiviere

Previste tre aste per avviare i lavori per la riqualificazione dell’intero comparto. Verranno ricavati zone commerciali, appartamenti, piazze e parcheggi

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Il Comune ha pubblicato la gara di vendita del comparto dell'ex Opg nel centro storico del paese. Una notizia attesa da tempo dato che, da anni, quella vasta area degradata e chiusa è circondata da lastre di metallo che impediscono l'ingresso a quello che, di fatto, è una parte consistente del centro storico del paese.

Dopo un lungo lavoro fra enti - Sovrintendenza, Aler, Comune e Provincia - si arriva all'avvio della vendita. Sono previste tre aste per avviare i lavori, in vari step, che porteranno alla totale riqualifica dell'area in questione con recupero di tutti gli edifici per aree commerciali, appartamenti, piazze, parcheggi e strade.

«Siamo particolarmente soddisfatti - spiega e commenta per l'amministrazione il vicesindaco e parlamentare Andrea Dara - perché arrivo a chiudere tutta una fase complicata e delicata, che ci ha visto dialogare e creare sinergie con gli enti competenti. Ora la speranza è che queste aste portino all'acquisto dell'area da parte di soggetti che avranno già in mano tutto, dal progetto esecutivo alle autorizzazioni che sono necessarie. Questo luogo che, per anni è stato luogo di sofferenza e di reclusione, ora può diventare luogo di inclusione e ridare vita al centro storico del paese». Il progetto, nel suo complesso, ha una superficie territoriale di 13.628 metri quadrati e prevede la realizzazione di una volumetria di progetto pari a 35.543 metri cubi. Il piano, nelle sue linee di massima, prevede la conservazione del fabbricato storico che si trova lungo via Ordanino e la realizzazione di spazi abitabili e commerciali che, di fatto, vedranno ricostruito l'attuale edificio.

L'intera zona, però, prevede anche percorsi pedonali interni all'area e la creazione di spazi a verde. Si andranno, inoltre, a creare nuove strade e nuovi parcheggi nel centro del paese e, inoltre, è prevista una serie di opere di compensazione per aree atte a ridistribuire le proprietà del Comune per realizzare un ampliamento dell’ex Asilo Menghini che diverrà fulcro dell’operazione di rigenerazione urbana. Se le tre aste dovessero andare deserte, il Comune potrebbe entrare nella trattativa e acquistare l'area per realizzare il progetto di recupero. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po: lo stato dei lavori in agosto, visto dal drone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi