Lavori per ripristinare il percorso pedonale con il giro del castello

Il progetto coinvolge Comune, Curia, Regione e Rotary club. Da un punto panoramico si vedranno Garda e arco morenico

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Il castello gonzaghesco in cima alla collina principale del centro storico del comune morenico avrà, a breve, un percorso pedonale attorno alle mura. Non solo, questo camminamento sarà anche un punto panoramico e sarà dotato di un percorso vita.

A raccontare la novità, che nasce partendo dal nuovo parcheggio che il Comune sta ultimando sotto le mura, è il sindaco Enrico Volpi. «Si tratta di un intervento importante che ci vede coinvolti con la Curia, proprietaria del Castello, e con il sostegno del Rotary club (che ha investito 10 mila euro), e con il sostegno della Regione Lombardia. Un intervento di pulizia costoso e delicato che ci permette di recuperare questo vecchio percorso che già c'era e che, ormai, è abbandonato».

Un'azione importante che vedrà ditte specializzate all'opera perché, spiega sempre Volpi, «le piante sono cresciute e molte si sono estese anche sulle mura del castello. Serve dunque rimuoverle con attenzione per non fare danni. Allo stesso tempo ci sono da rimuovere radici, rami e piante che sono cresciute sul sentiero principale. Il lavoro, dunque, ci ha visto coinvolgere tecnici specializzati della Tea». Un recupero che permetterà di fare il giro completo delle mura del castello e che si andrà ad aggiungere al percorso interno che, due anni fa, i volontari del Presepio Vivente avevano riaperto per arrivare fino alla stele che segna dove è nato San Luigi Gonzaga. Da qui si vede il lago di Garda e gran parte dell'arco morenico e il sindaco Volpi conferma che «anche dal nuovo sentiero si vedrà il lago, pertanto abbiamo pensato di mettere panchine, per delle soste, e allo stesso tempo la nostra intenzione è di creare anche in percorso vita e benessere».

Un'attrazione, dunque, che va nella direzione del recupero del castello che, con i lavori del parcheggio, e con la sistemazione del pezzo di muro caduto la scorsa estate, vede Comune e Curia impegnati in uno sforzo economico importante. «Sarà un'attrazione che permetterà di vivere in modo nuovo il nostro castello e, allo stesso tempo, il parco esterno del castello che, al momento, di fatto non è più fruibile se non in una piccola parte».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La fuga disperata dalla trappola russa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi