In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
servizi per le famiglie

Mantova, il doposcuola torna in versione 3.0: per i ragazzi anche corsi di robotica

Tutte le elementari e le medie Sacchi e Bertazzolo si preparano ad offrire le attività pomeridiane

Nicola Corradini
1 minuto di lettura

MANTOVA. Scuole aperte anche dopo l’orario canonico, per offrire un servizio alle famiglie sempre più alle prese con orari di lavoro poco compatibili con gli orari dei bambini. Il progetto è ormai ai nastri di partenza e a breve coinvolgerà, per la prima volta, tutte le scuole elementari della città e due scuole medie su tre. Ad organizzare i doposcuola, da alcuni anni, sono associazioni formate dagli stessi genitori con il supporto, anche economico, dell’amministrazione comunale.

Quest’anno via Roma ha stanziato 50mila euro (suddivisi tra i tre comprensivi cittadini in base al numero di iscritti) per coprire le spese delle cooperative chiamate a gestire i pomeriggi post scolastici. Ovvio. Per tenere bambini e ragazzini più grandi (quelli delle medie, tra gli 11 e i 13 anni) nelle stesse aule in cui la mattina sono stati a lezione, occorre proporre attività che li interessino e che non vengano percepite come una semplice estensione delle normali materie scolastiche. «E infatti le associazioni dei genitori hanno pensato a iniziative molto interessanti – spiega l’assessore alla pubblica istruzione Serena Pedrazzoli – basta pensare che si va dai corsi di robotica a quelli di videomaker ai più classici corsi di potenziamento linguistico. Naturalmente le attività verranno proposte tenendo conto delle diverse fasce di età ».

Orari e giornate verranno definiti in questi giorni: ieri si è tenuta una riunione organizzativa tra referenti delle associazioni di genitori, assessore e tecnici dell’assessorato. Non saranno nemmeno gratuiti, visto che non rientrano nell’obbligo scolastico. Le associazioni di genitori sono la Luisa Levi per il comprensivo 1, Gascom 2 per il Mantova 2 e Pontebaleno 2000 per il Mantova 3.

Per quanto riguarda i bambini delle elementari il servizio dovrebbe essere garantito tutti i pomeriggi delle giornate di lezione. Questo perché diverse famiglie richiedono il servizio per  affidare i figli a una struttura seria mentre i genitori sono al lavoro. Nelle elementari del Mantova 2 (don Mazzolari, Nievo e Ardigò) sono previsti corsi di potenziamento linguistico e laboratori artistici e attività sportive (questi ultimi due anche alla media Sacchi, dove è previsto un corso di informatica). Nelle primarie del Mantova 3 (Martiri, don Minzoni e don Leoni) i bimbi svolgeranno attività ludico-sportive, mentre alla media Bertazzolo  i ragazzi potranno scegliere tra scacchi, videomaker e robotica. Ancora in via di definizione i corsi per il comprensivo 1. Intanto Comune e scuole stanno predisponendo i servizi di prescuola e postscuola (primarie), vale a dire la sorveglianza per brevi periodi di tempo prima e dopo le lezioni.

I commenti dei lettori