Situazioni e clienti pericolosi: chiuso per una settimana il Bagnozerouno di San Benedetto Po

Proposto dai carabinieri, il provvedimento è stato adottato dal questore di Mantova

SAN BENEDETTO PO. Licenza sospesa per una settimana: proposto dai carabinieri e avallato dal questore, il provvedimento ha congelato l’attività del bar-ristorante Bagnozerouno, a San Benedetto, sull’orlo del Po.

«La proposta nasce da plurimi e rilevanti episodi delittuosi contro la persona e il patrimonio sui sono intervenuti i carabinieri stessi nel corso delle ultime due stagioni estive – informa una nota diffusa dall’Arma – Inoltre è stata accertata l’abituale frequenza di persone dedite allo smercio e all’assunzione di sostanze stupefacenti».   

Morale, i ripetuti controlli e la sequenza di episodi hanno portato a ritenere il locale «come causa di pregiudizio per il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica».

Tra gli episodi più clamorosi, il ballo collettivo e senza precauzione alcuna di trecento persone, nell’agosto del 2021, quando ancora erano in vigore le misure anti-Covid più stringenti. 

Licenza sospesa per una settimana, quindi, ma con un’avvertenza: «Il provvedimento non ha la finalità di sanzionare la soggettiva condotta del gestore, ma di impedire, attraverso la temporanea chiusura del locale, il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale e, nel contempo, di prevenire il ripetersi di questo genere di situazioni». Tutti buoni per sette giorni e, magari, pure oltre. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La festa di Meloni e dei militanti di Fratelli d'Italia sulle note di Rino Gaetano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi