In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
edilizia scolastica

Arrivati i soldi per i lavori al liceo scientifico di Mantova: ora tempi stretti per fare l’appalto

Più fondi del Pnrr per l’adeguamento sismico del Belfiore: la Provincia deve affidare i lavori entro la fine dell’anno. Coperto l’aumento dei costi anche per interventi in altri tre istituti superiori

Nicola Corradini
2 minuti di lettura

MANTOVA. Sono finalmente arrivati i contributi per rimpolpare i finanziamenti ottenuti dalla Provincia nell’ambito del Pnrr per rendere sicure quattro scuole superiori dal rischio di terremoti. Tra queste c’è anche il liceo scientifico Belfiore che rappresenta una situazione particolare, visto che l’avvio dei lavori dovrà comunque attendere la conclusione di quelli della nuova sede dell’Itet Mantegna nell’ambito di Mantova hub. Il pacchetto di fondi aggiuntivi, che servono a coprire gli aumenti di costi delle materie prime in edilizia, è di un milione e mezzo di euro e comprende un adeguamento alla somma stanziata per il restauri del parco di Villa Strozzi (sede dell’Itas di Palidano resa inagibile dal sisma del 2012): col decreto governativo di metà settembre su questa voce sono stati aggiunti 400mila euro.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) I ragazzi del Giulio Romano seguono le lezioni a casa un giorno alla settimana. Iscrizioni aumentate, l’istituto ha tre classi nella sede Cisl. La dirigente: «Misura temporanea in attesa del trasloco di alcune classi in piazza Polveriera»]]

A questo punto gli uffici tecnici dell’amministrazione provinciale, che fanno riferimento al consigliere delegato Enrico Volpi, possono proseguire l’iter verso il lancio delle gare per l’affidamento dei lavori. Il problema è che il termine ultimo per appaltare queste opere e poter godere dei contributi del Pnrr è il 31 dicembre (entro marzo devono iniziare i lavori). E non sarà facile. Se la richiesta dell’Unione provincie italiane (Upi) di prorogare questo termine, alcune di queste opere rischiano di non venir appaltate. E i problemi, per palazzo di Bagno, non finiscono qui.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Da sistemare otto classi del D’Este e due del liceo artistico. La Provincia: «Conseguenza dei ritardi di Mantova hub»]]

Facciamo il punto. Le scuole coinvolte in questa operazione di messa in sicurezza dai terremoti (adeguamento sismico) sono il Fermi di Mantova (importo lavori aggiornato due milioni e 400mila euro), il Gonzaga di Castiglione (un milione e 241mila euro), liceo artistico Dal Prato di Guidizzolo (un milione e 610mila euro), il Manzoni di Suzzara (due milioni e 824mila euro) e, appunto, il Belfiore (sette milioni e 2885mila euro, che oltre all’adeguamento sismico verrà sottoposto a riqualificazione energetica. A queste si aggiunge il lavoro di restauro del parco di villa Strozzi, del valore di due milioni e 400mila euro. In linea teorica l’amministrazione sarebbe stata pronta a lanciare l’iter per gli appalti da molto tempo, ma a scompigliare le carte sul tavolo è sopraggiunta l’impennata dei costi delle materie prime che ha incrementato quelli dei lavori alle scuole. La Provincia ha dovuto attendere l’incremento dei fondi del Pnrr. Che è arrivato soltanto in settembre .

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Nei primi mesi dell’anno scolastico le attività si svolgeranno nelle sedi di via Gonzaga e piazza Polveriera]]

E ora? La speranza è di riuscire ad appaltare i lavori entro il 31 dicembre (basta il ricorso di un partecipante per bloccare l’iter e allungare i tempi) o, ancora meglio, di ottenere la proroga dei tempi. Anche le gare non avranno esito certo, visto che tutti gli enti locali del Mantovano e d’Italia che hanno ottenuto i fondi lanceranno le gare nello stesso periodo. Per il liceo scientifico Belfiore la strada è ancora più contorta. Per svolgere i lavori, che richiederanno un paio di anni, studenti e personale saranno trasferiti temporaneamente nelle due sedi dell’istituto Mantegna di via Guerrieri Gonzaga, che verranno liberate con l’inaugurazione della nuova sede in costruzione nella zona ex Ceramica nell’ambito del progetto del Comune, Mantova hub. I lavori di questo cantiere hanno già subito un ritardo di tre o quattro mesi a causa dei problemi legati all’edilizia. In altre parole, secondo quanto riferito dallo stesso Comune, la nuova sede sarà inaugurata a gennaio. Salvo imprevisti, questi tempi (certo non comodi per le scuole coinvolte) permetterebbero alla Provincia di avviare i lavori entro marzo, come stabilito dai vincoli del Pnrr. —

I commenti dei lettori