In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Cattedrale di Asola festeggia cinque secoli e mezzo: oltre un mese di eventi

Si comincia il 27 ottobre con un concerto, poi una serie di conferenze che si concluderà con una visita guidata il 4 dicembre

Luca Cremonesi
2 minuti di lettura

La cattedrale di Sant'Andrea venne costruita a partire dal 1472, sulla base, come era abitudine, di un edificio che già esisteva in quella che oggi è la piazza principale del comune mantovano. Nel 2022, dunque, ricorrono i 550 anni dalla posa delle prima pietra di questa imponete chiesa di Asola, che contiene le reliquie del patrono San Giovanni Crisostomo.

La direzione dei lavori fu inizialmente del cremonese Guglielmo de Lera, poi seguita dall’asolano Francesco Biondello. «Un vero e proprio gioiello di architettura tardo-gotica, una costruzione maestosa che conserva al suo interno opere di eccezionale bellezza» fanno sapere i promotori della lunga serie di iniziative che, dal 27 ottobre, si susseguiranno fino al 4 dicembre.

Quattro conferenze, con un concerto inaugurale, per raccontare storia e tradizione di uno degli edifici più belli e imponenti dell'intero Alto Mantovano.

Per celebrare questo anniversario, dunque, la parrocchia con il patrocinio del Comune di Asola e la collaborazione del Museo civico “G. Bellini”, ha organizzato questa serie di appuntamenti pensati anche per promuovere l’importante patrimonio storico artistico costituitosi nel corso dei secoli. Si parte, dunque, il 27 ottobre proprio in Cattedrale alle 20.45 con il via delle celebrazioni con un concerto di musica sacra, a cura del coro inglese Bromley Boy Singers di Londra con il direttore Travis Baker, e con la partecipazione della Corale Santa Cecilia - don Anselmo Ghidini.

Nei giorni a seguire, poi, ci sarà l'Antica Fiera dei Morti per le vie del centro del paese. Dal 6 novembre partono le conferenze. La prima, che si terrà nei locali del Museo civico "G. Bellini" alle 15.30, si svolgerà proprio domenica 6 novembre e avrà come titolo “Il tardo-gotico nel territorio bresciano: una cornice per la Cattedrale di Asola” e sarà tenuta dall’architetto Andrea Minessi, e servirà principalmente per approfondire la conoscenza delle architetture religiose del territorio asolano e limitrofo.

Si proseguirà poi domenica 20 novembre, sempre nella sede del Museo, e sempre alle 15.30, con la partecipazione dello studioso di storia ecclesiastica Andrea Lui, che presenterà un intervento sulla figura del canonico che benedì la prima pietra nel 1472: “Dalla Pieve a Sant'Andrea: l'arciprete Francesco Cattaneo e la chiesa asolana nel XV secolo”.

La domenica successiva, e cioè il 27 novembre, sarà ospitato ad Asola il professore Enrico Maria Dal Pozzolo dell’Università di Verona che terrà una conferenza dal titolo “VeneziAsola: luminosi riflessi pittorici in Cattedrale”. In questa occasione Dal Pozzolo descriverà alcune opere pittoriche conservate in Cattedrale, sottolineando in particolar modo i rapporti con i grandi pittori veneti del periodo.

A concludere questo ciclo di conferenze ci sarà una visita guidata in Cattedrale, prevista per domenica 4 dicembre, e che sarà a curata da Barbara D'Attoma, direttrice del Mast di Castel Goffredo e guida turistica.

I commenti dei lettori