In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Danni all’Agenzia delle Entrate di Mantova, tutte le telecamere al setaccio

Al lavoro la Digos e la Squadra Mobile. Bocche cucite in Procura a Mantova. La Polizia inoltre sta inoltre cercando anche eventuali testimoni

Giancarlo Oliani
Aggiornato alle 1 minuto di lettura
Stefano Saccani 

 La Squadra mobile di Mantova lavora senza sosta per cercare di dare un nome e un volto ai responsabili dell’imbrattamento all’Agenzia delle Entrate. Una scritta imponente quella spuntata sulle vetrate degli uffici dell’agenzia del Boma, realizzata sicuramente con l’utilizzo di scale e che, ancora una volta, punta il dito contro i vaccini invocando libertà. Le indagini, come già riferito, sono affidate alla Polizia: in particolare alla Digos, che sta coordinando l’attività investigativa con i colleghi della scientifica, che hanno effettuato i rilievi del caso.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Attacco dei cospirazionisti no vax all’Agenzia delle Entrate di Mantova]]

Gli uomini della Digos hanno mappato tutta la zona alla ricerca di indizi e testimoni per risalire agli autori dell’imbrattamento, siglato appunto dal movimento. Inoltre saranno analizzate le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza sia pubblici che privati. Gli elementi acquisiti saranno incrociati con quelli individuati durante analoghi episodi registrati in altre città sotto la direzione della Procura che continua a mantenere il massimo riserbo. Si stanno inoltre cercando anche eventuali testimoni che potrebbero aver assistito all’imbrattamento.

I filmati delle telecamere potrebbero fornire indizi importanti per risalire all’identità degli imbrattatori ma, a quanto pare in quell’area non ce ne sono molte.

La W rossa rinvenuta sulle vetrate è il simbolo identificativo dei “guerrieri” no vax, persone che affermano che l’Italia sia vittima di una dittatura sanitaria. L’atto vandalico è avvenuto durante la notte e vista l’imponenza e l’ampiezza delle scritte, che arrivano fino a 5 metri di altezza, non deve essere stato proprio fulmineo.

I commenti dei lettori