In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Apre a Mantova il salottino per risparmiare sul gas: «Daremo una mano agli anziani soli»

Il Club tre età di Borgo Pompilio accoglierà ogni pomeriggio una dozzina di pensionati messi in difficoltà dalle bollette

Nicola Corradini
2 minuti di lettura

Se durante l’estate il centro sociale può diventare un’oasi rinfrescata e gratuita per molti anziani, perché la stessa cosa non la si può fare anche per il motivo diametralmente opposto nel corso dell’autunno e dell’inverno? Soprattutto in questo assurdo periodo di super bollette del gas e dell’energia elettrica. È il ragionamento che hanno fatto i vertici del Club delle tre età, l’associazione di volontariato di Borgo Pompilio, che a partire dal 7 novembre metterà a disposizione di un gruppo di anziani soli una parte del salone all’interno della sede di via Indipendenza. Lo hanno chiamato “Il salottino del risparmio”.

«Abbiamo pensato che se gli anziani se ne stanno fuori casa per alcune ore, qualcosina riescono a risparmiare sia sul riscaldamento (se hanno l’impianto autonomo) sia nella bolletta della luce elettrica – racconta il presidente della onlus, Luciano Tonelli – l’iniziativa, al momento, è rivolta a una dozzina di anziani soli che seguiamo come associazione. Stiamo parlando di persone con una pensione certo non elevata e che sono disperate per le superbollette che hanno ricevuto in questi mesi e che, presumibilmente, continueranno a trovare nella cassetta delle lettere anche in futuro. Perciò le invitiamo a passare i pomeriggi nel nostro salottino nella speranza di riuscire a far loro consumare meno gas e meno energia».

Le porte del Club si apriranno per questa iniziativa ogni giorno, dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 17.30. «So che nel primo pomeriggio c’è ancora luce – dice Tonelli – ma prenda ad esempio una giornata come questa. C’è nuvoloso e in molti appartamenti entra poca luce dalle finestre. Magari si accende la luce per non stare da soli nella penombra . Stando qui possono anche evitare di accendere la televisione. Se la cosa si fa per un giorno incide quasi per nulla, ma se si consuma di meno per cinque giorni su sette, forse, qualche effetto sui consumi si riescono a percepire».

I pomeriggi al centro sono anche un’occasione di socialità. «Stiamo parlando di persone che vivono da sole e che spesso non escono di casa se non per estremo bisogno – dice Tonelli – noi le andremo a prendere in auto e le portiamo qui, dove troveranno altre persone e le nostre due volontarie, Cristina e Monica, che avranno il compito di fare da animatrici. Chi fa lavoretti di ricamo può portarsi il necessario in sede, anzi, speriamo lo facciano. Naturalmente a pomeriggio finito le riaccompagniamo a casa in auto. Il tutto in forma gratuita».

Tonelli spiega che se arriveranno nuove richieste si cercheranno soluzioni per accogliere altre persone. «Questo è un servizio per far risparmiare qualcosina a chi ha pensioni modeste – spiega – quindi il reddito è un parametro fondamentale per l’accettazione al servizio». 

I commenti dei lettori