In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Viadana, bus aggiunto al treno per gli studenti della Parma-Suzzara

Il pullman andrà così a coprire una fascia oraria scoperta. Martedì corsa soppressa: un clochard dormiva in un vagone

RICCARDO NEGRI
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Da lunedì un bus affianca la linea ferroviaria Parma-Suzzara, nella tratta che dalla stazione di Brescello/Viadana raggiunge la città del Premio. Il pullman aggiuntivo integra le corse dei treni, andando a ricoprire una fascia oraria che risultava in qualche modo scoperta: ciò permetterà, ad esempio, agli studenti di Viadana, Brescello e Boretto di raggiungere in orario le scuole superiori di Guastalla, cosa impossibile con le corse dei treni; e agli studenti guastallesi e dosolesi di raggiungere in tempo le superiori di Suzzara.

Il mezzo parte da Brescello/Viadana alle 6.50, e arriva a Suzzara alle 7.39. Le fermate sono quelle solite dei pullman sostitutivi. L’introduzione del bus integrativo era stata chiesta nelle settimane scorse dall’associazione Federconsumatori della Regione Emilia-Romagna, che aveva raccolto il grido d’allarme delle famiglie. Alcuni genitori avevano lanciato una sorta di sondaggio via social, in primis per valutare la possibilità di chiedere una semplice modifica agli orari dei treni. Ma tale esigenza non era risultata unanime, in quanto avrebbe comportato a cascata l’anticipo del viaggio per gli studenti diretti a Parma, non da tutti accettato. L’azienda ha comunque risolto introducendo una corsa bus.

Un inconveniente, sulla linea ferroviaria, si è intanto verificato martedì mattina. La prima corsa del mattino, in partenza da Parma alle 6.40, è stata annullata: nottetempo, infatti, un clochard aveva sfasciato il finestrino di una carrozza, per salirci a bordo a dormire. Una ventina di lavoratori pendolari diretti a Viadana, rimasti appiedati, sono arrivati in ritardo sul posto di lavoro.

I commenti dei lettori