In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
Suzzara

Bondioli & Pavesi: finito l’ampliamento dello stabilimento Cgh di Suzzara

Realizzati un nuovo magazzino e un deposito di macchinari. Il traffico in uscita spostato dalla Provinciale a via Veneto

Mauro Pinotti
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

E' stato ultimato l'ampliamento dello stabilimento Cgh di via Dell'Artigianato che fa parte del gruppo Bondioli&Pavesi che si occupa della produzione di scatole ad ingranaggi componenti dell'albero cardanico. L'intervento si era reso necessario per far fronte al sensibile aumento del traffico dei mezzi pesanti dovuto all’incremento delle spedizioni dei prodotti finiti ed allo scarico dei materiali grezzi e semilavorati provenienti da altri stabilimenti della zona e contestualmente aumentare la capacità di stoccaggio dei materiali semilavorati/finiti. E' stato realizzato anche un deposito per materiali e macchinari obsoleti e tettoia di collegamento.

L’azienda ha voluto eliminare il traffico sulla Sp. 50 in uscita dallo stabilimento convogliandolo sulla vicina via Veneto (strada di lottizzazione industriale) per immettersi poi sia su via della Pace sulla Sp.49 che su via dell’Artigianato. Per questo l'azienda ha acquistato delle aree confinanti a nord-est dello stabilimento in modo di avere una nuova viabilità con uscita su via Veneto e contestualmente costruire nuovi edifici industriali dato che la superficie fondiaria ancora disponibile sulle aree esistenti risulta in saturazione e insufficiente a garantire le attuali esigenze aziendali. All’interno del fabbricato esistente è stato smantellato l’ex magazzino semilavorati e finiti per adibire tale zona a produzione in continuità con quella esistente. Sono stati realizzati due nuovi fabbricati, il primo adibito a nuovo magazzino ed il secondo per il deposito delle attrezzature e macchinari che verranno dismessi. E' stata inoltre realizzata la nuova tettoia a struttura metallica che funge da collegamento coperto tra il fabbricato esistente ed il nuovo magazzino per tutta la sua lunghezza. Nei nuovi piazzali asfaltati e lungo la nuova strada privata è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione esterna conforme alle normative vigenti.

L’ampliamento non ha previsto emissioni in atmosfera. Le attività svolte all’interno dell’ampliamento non influiscono sulla gestione dei rifiuti e le acque meteoriche provenienti dalle coperture vengono convogliate nella nuova fognatura così come le acque dei piazzali asfaltati.

I commenti dei lettori