In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Alla Bertazzolo va in scena l’expo delle scuole superiori

Mercoledì delegazioni di prof e studenti aiuteranno gli alunni a scegliere dove proseguire gli studi il prossimo anno

1 minuto di lettura

«Una piccola expo degli istituti superiori nella nostra scuola media». La definiscono così, alla Bertazzolo di via Conciliazione e via Dugoni, la giornata dedicata all’orientamento dei propri alunni delle classi terze che in gennaio dovranno manifestare la scelta della superiore dove proseguire gli studi il prossimo anno scolastico.

Il 23 novembre, dalle 15 alle 17, nella sede della scuola media del comprensivo Mantova 3 arriveranno delegazioni di insegnanti e studenti (tutti ex frequentanti la Bertazzolo) delle scuole superiori mantovane per dare ogni t ipo di informazioni richieste dagli alunni di terza e dei loro genitori.

Si tratta di un’iniziativa piuttosto originale, visto che di norma sono i ragazzi delle terze ad andfare agli open day delle superiori o, al massimo, vengono organizzati incontri singoli con i vari istituti..

«Ci siamo resi conto che queste modalità, pur essendo molto valide e necessarie, non raggiungevano, per svariati motivi molti dei nostri studenti – spiegano alla scuola media – Ciò rappresentava un grosso limite ai fini di un orientamento efficace perché molti ragazzi e genitori restavano letteralmente all’oscuro dell’esistenza di molti indirizzi scolastici. Chiaramente scegliere una scuola superiore senza sapere quali sono le possibilità di scelta non è una modalità molto efficace. Una scelta non consapevole, sappiamo bene, può spianare la strada al fallimento. Per ovviare a questo problema abbiamo deciso di proporre un’attività del tutto inedita, almeno per la nostra scuola, un open day in uscita, una sorta di “expo” delle scuole superiori di Mantova che saranno ospiti, tramite delegazioni di insegnanti ed ex alunni della nostra scuola frequentanti attualmente le scuole superiori, nei locali della scuola in spazi dedicati, liberi di presentare la propria offerta formativa o proporre piccoli workshop ai ragazzi. Crediamo che questa modalità consentirà ai nostri studenti di vivere un importante momento non solo formativo ma anche di socialità».

I commenti dei lettori