In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Un fumetto per il Comprensivo di Guidizzolo

L’ex 4C del Liceo Dal Prato ha realizzato il progetto che narra le avventure di Guido Ricco. Si pensa al volume 2

Luca Cremonesi
1 minuto di lettura

Un viaggio del paese e nel suo territorio grazie al fumetto. È questo il prodotto proposto dal Liceo Dal Prato che, grazie a un progetto nato nell’ambito della Pcto (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento, e cioè l’ex Alternanza Scuola - Lavoro) ha realizzato un graphic novel che è stato distribuito nelle classi dell’Istituto Comprensivo di Guidizzolo.

«Un progetto nato lo scorso anno - spiega il docente Filippo Stuto - grazie a una sinergia con quanto si stava facendo a Mantova. Oltre a me c’era coinvolto anche il collega Salvatore Trivelli che ha portato questa progettualità anche a Guidizzolo. La classe coinvolta lo scorso anno, per realizzare il primo volume, è stata la 4C del corso di grafica. Questa classe, diventata classe quinta, pochi giorni fa ha consegnato una copia del fumetto ad ogni bambino e ad ogni bambina dell'Istituto Comprensivo. Quest’anno il progetto è preso in mano dall’attuale 4C, che è già al lavoro per dare vita a un volume due».

Un lavoro avvincente che ha visto i ragazzi e le ragazze del Dal Prato lavorare sul territorio di Guidizzolo, sfondo delle avventure di Guido Ricco, questo il nome del protagonista del fumetto. Guido, per richiamare Guidizzolo, e Ricco per rifarsi al logo del paese. «Il progetto vede coinvolta anche l’associazione Gem, realtà del territorio, con la quale ci confrontiamo e collaboriamo, e che ha usato il personaggio come proprio logo» spiega sempre Stuto.

La storia del primo volume, dunque, consegnata ai ragazzi e alle ragazze della scuola primaria, serve per valorizzare e far conoscere il territorio del paese. «Da questa opera, e dal suo successo, nasce ora l’esigenza di un secondo numero. I ragazzi e le ragazze stanno raccogliendo i suggerimenti di chi ha letto questo primo numero e, allo stesso tempo, sta lavorando per raccontare altre zone del paese, fra le quali le frazioni. C’è inoltre l’idea di spostare anche nel tempo il personaggio di Guido Ricco, così da mostrare come era il paese in varie epoche» prosegue sempre il professor Statuto che, ora, sta lavorando con l’attuale 4C. Il legame con il territorio del Dal Prato si rinnova in questi giorni perché alcune classi, il prossimo 25 novembre, andranno a visitare la mostra dedicata al fondatore della loro scuola, Alessandro Dal Prato, alla Torre Civica di Medole.

I commenti dei lettori