In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
imprese e carovita

Buoni acquisto ai dipendenti Ecco il welfare di Tomasi Auto

La concessionaria di Guidizzolo ha studiato un supporto aggiuntivo al bonus L’amministratore delegato: «Il carovita ha un impatto pesante sulle famiglie»

Davide Casarotto
1 minuto di lettura

Intervenire a sostegno dei propri dipendenti in considerazione del periodo che, tra crisi energetica e inflazione galoppante, incide pesantemente sull’economia domestica e familiare. Una tendenza che nel 2022 si è consolidata in Italia, come testimoniato dal report del Ministero del Lavoro. Basti pensare che, degli oltre 6.379 contratti attivi a gennaio ben 3.889 prevedevano premi di produttività e misure di welfare.

Un esempio sul nostro territorio è quello della Tomasi Auto di Guidizzolo, che in questi ultimi mesi ha deciso di elargire a tutti i dipendenti della sua società, incrementando le iniziative già in essere, un bonus economico. Una misura contro il carovita, che si innesta in un percorso iniziato da circa un anno, in cui il welfare dei dipendenti è al centro della politica aziendale, basata su quel Rapporto di sostenibilità che è stato commissionato dalla stessa Tomasi Auto a un’agenzia specializzata al termine dello scorso anno.

L’obiettivo da parte della proprietà – fa sapere la famiglia Tomasi – è di supportare i collaboratori e le loro famiglie, in un contesto in cui i rincari dovuti all’impennata dei prezzi dell’energia e alla spinta inflazionistica pesano eccome nelle tasche dei dipendenti. In concreto negli ultimi mesi di quest’anno sono stati erogati per ognuno seicento euro netti, quantificabili tra buoni d’acquisto spendibili al supermercato o ai distributori di carburante.

«In un periodo storico in cui il carovita sta impattando sulla quotidianità dei nostri collaboratori in maniera così importante, abbiamo colto l’esigenza di un supporto aggiuntivo da un lato e l’opportunità data dal Decreto Aiuti bis dall’altro, attivando quindi l’iniziativa di incremento del welfare – commenta Franco Tomasi, amministratore delegato di Tomasi Auto – siamo guidati dalla consapevolezza di poter fare la differenza, per quanto possibile, e che continuare a costruire insieme ai nostri collaboratori un contesto lavorativo virtuoso che impatta concretamente sulla quotidianità di tutti è la strada da seguire».

L’iniziativa coinvolge oltre duecento collaboratori e si aggiunge alle altre nel progetto di welfare attivato da oltre un anno dall’azienda commerciale di Guidizzolo che, fondata nel 1997, è tra le leader nella distribuzione indipendente di autoveicoli sul territorio di Mantova e Verona con due showroom e due service destinati alla vendita e all’assistenza di oltre tredicimila veicoli all’anno.

Al di là della misura del bonus economico, il progetto, che si inserisce in un percorso verso la responsabilità sociale dell’azienda, comprende anche programmi di formazione e sviluppo professionale, cui si affiancano investimenti legati alla sicurezza e iniziative di prevenzione a favore della salute dei dipendenti.Davide Casarotto

I commenti dei lettori