In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Efficientamento energetico, fondi ai lavori promossi da quattro Comuni mantovani

Un milione e 400mila dalla Regione per gli impianti sportivi di Pegognaga, Castiglione, Moglia e Castel Goffredo

Aggiornato alle 1 minuto di lettura
(ansa)

Dalla Regione arrivano un milione e 400mila euro per l’efficientamento energetico di quattro impianti sportivi comunali del Mantovano. I fondi rientrano in un piano da 24 milioni di euro diretti a numerosi comuni per consentire lavori di miglioramento in materia di consumo energetico negli impianti sportivi natatori e del ghiaccio, grazie a un bando creato proprio per affrontare il caro-energia. In particolare, i comuni mantovani che sono riusciti a beneficiare dei contributi sono Pegognaga, Castel Goffredo, Moglia e Castiglione delle Stiviere.

Ad ognuno spettano 350mila euro. La direzione generale Sviluppo economico di Regione Lombardia, assessorato diretto da Guido Guidesi, ha approvato la graduatoria, dichiarando 80 domande ammissibili. In questo modo sono stati destinati contributi a fondo perduto per ogni impianto fino a un importo di 350mila euro. Il contributo a fondo perduto per ogni impianto può arrivare a coprire l’80% della spesa ritenuta ammissibile. Sono state interessate dalla misura strutture di proprietà pubblica a gestione diretta o affidate a privati in concessione o convenzione e accessibili a prescindere dal pagamento o meno di una tariffa. Per quanto concerne gli impianti sportivi natatori ha riguardato piscine coperte, convertibili o scoperte.

Gli obiettivi di efficientamento energetico sono individuabili attraverso la diagnosi relativa al consumo energetico prima e dopo l’intervento presentata con la domanda inoltrata dai comuni. «Oltre ai continui appelli alla Commissione Europea, come Regione, siamo intervenuti concretamente, nei limiti delle nostre competenze e delle risorse a disposizione – spiega l’assessore regionale allo sviluppo economico Guido Guidesi – con strumenti sull’efficienza energetica per evitare i fallimenti di strutture sportive pubbliche maggiormente danneggiate dal caro bollette. Abbiamo presentato questo bando già ad aprile, a ulteriore dimostrazione che Regione Lombardia sta affrontando concretamente da tempo questo enorme problema, che rappresenta una vera e propria sfida.

«Pensiamo che questo possa essere un aiuto importante – continua Guidesi – in particolare per tutti quegli impianti che rischiano il fallimento. Cerchiamo anche di evitare l’interruzione dei servizi, favorendo allo stesso tempo l’incremento del patrimonio pubblico. Senza dimenticare le ricadute sull’indotto delle imprese e professionisti che lavorano per realizzare gli interventi di efficientamento energetico».

I commenti dei lettori