In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Materna al freddo a Moglia: la caldaia riparata in tempi record

I bambini della scuola Rodari sono ritornati in classe dopo un giorno e non cinque come inizialmente stimato

Mauro Pinotti
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

l guasto alla caldaia della scuola dell’infanzia Rodari è stato riparato lunedì pomeriggio (28 novembre) dai tecnici di Tea incaricati della gestione e della manutenzione dell’impianto di riscaldamento. Pertanto, il 29 novembre, i circa 100 bambini della scuola sono potuti ritornare alla loro normale attività.

Sospiro di sollievo per i genitori che lavorano e hanno dovuto provvedere alla sistemazione dei loro figli solo per un giorno, anziché i cinque inizialmente preventivati per riparare il guasto.

I tecnici Tea non sapevano in quanto tempo il pezzo di ricambio della caldaia sarebbe arrivato e quanto tempo avrebbero impiegato per far ripartire l’impianto. Come aveva annunciato il sindaco, Claudio Bavutti, qualora la situazione si fosse sbloccata prima dei cinque giorni previsti nell’ordinanza, il provvedimento di chiusura sarebbe stato revocato. E così è stato.

«Mi preme precisare che la proposta avanzata dal gruppo di minoranza “CambiaMOglia” di spostare i bambini nell’ex sede del municipio, come amministrazione comunale l’avevamo già presa in considerazione ma, da quanto abbiamo appreso, non era praticabile – commenta Bavutti – Pertanto, per tutelare la salute dei bambini e delle bambine che frequentano la scuola, in accordo con la dirigente scolastica, Matilde Canossa, si è deciso che l’unica soluzione percorribile fosse farli stare a casa per il tempo necessario alla riparazione della caldaia. Abbiamo infatti considerato che, viste le basse temperature di questo periodo, il personale della scuola dovesse assicurare una temperatura adeguata per le attività dei piccoli ospiti».

I commenti dei lettori