In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Parco dell’Ossario a Solferino: lavori su bagni pubblici, giochi e area picnic

Il Comune interviene con un progetto da 150mila euro Cantiere chiuso in primavera. A pagamento i servizi igienici

s.p.
1 minuto di lettura

I giochi all’aperto per i bambini, l’area ristoro per mangiare al sacco e i bagni pubblici: sono tre gli interventi che il Comune di Solferino porterà a termine entro la prossima primavera nel parco dell’Ossario, un’area verde che l’ente ha in uso in virtù di una convenzione con la Società di Solferino e San Martino, proprietaria del monumento.

I lavori, che hanno un quadro economico complessivo di 150mila euro, sono finanziati per due terzi con fondi propri del Comune e per la parte restante con risorse che derivano dal progetto dei Cammini della fede, iniziativa tra cultura, turismo e ambiente portata avanti da vari Comuni dell’Alto Mantovano e dall’associazione Colline moreniche e finanziato dalla Fondazione Cariplo.

Per l’area ristoro, uno spazio in cui i turisti possono fermarsi a mangiare al sacco nel verde, è previsto un lavoro importante di riqualificazione. Intervento più massiccio sui bagni pubblici, al servizio di chi usa l’area picnic e delle famiglie che usano il campetto con i giochi: saranno ristrutturati e, in futuro, potranno essere usati soltanto a pagamento.

«L’ingresso a gettone - spiega il sindaco, Germano Bignotti - si è reso necessario a causa degli episodi frequenti di vandalismo, oltre che da problemi di pulizia. Speriamo, in questo modo, di poter garantire il decoro a beneficio dei fruitori, turisti e non solo». Sarà sistemata, poi, l’area giochi all’aperto per i più piccoli: sette le nuove attrezzature acquistate dal Comune.

Il progetto del parco dell’Ossario contempla anche un attraversamento protetto che consentirà di raggiungere la ciclabile sul lato opposto della strada. I lavori sono già cominciati e il Comune conta di terminarli entro la primavera, periodo dell’anno in cui, da sempre, il parco dell’Ossario attrae moltissimi turisti.

«L’intervento, però, è molto atteso anche dai cittadini di Solferino - precisa Bignotti - perché questo parco è frequentato dalle famiglie con i bambini e da diversi anni era di difficile gestione anche per l’obsolescenza delle attrezzature e degli arredi».

Per garantire più sicurezza ai frequentatori del parco, qui saranno anche posizionate due delle quattro telecamere per le quali il Comune di Solferino ha ricevuto il finanziamento della Regione per la videosorveglianza dei parchi pubblici. Oltre a questi due, altri due occhi elettronici saranno installati nel parco realizzato dal Comune in via 24 Giugno e una nel parco della Rocca. 

I commenti dei lettori