In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Scaldano l’appartamento con un secchio di carbone: intossicati dal monossido di carbonio

Tragedia sfiorata a Castelbelforte. I quattro componenti della famiglia soccorsi da vigili del fuoco e 118. Nel pomeriggio sono stati tutti dimessi

Giancarlo Oliani
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Per combattere il freddo della notte hanno preso un grosso secchio, lo hanno messo al centro della stanza e hanno dato fuoco al carbone. Nel giro di pochissime ore si è sprigionato monossido di carbonio e l’intera famiglia, composta da quattro persone, ha iniziato ad accusare i tipici malori dell’intossicazione: nausea, vomito e difficoltà respiratorie. Fortunatamente uno di loro ha trovato la forza di chiamare i soccorsi. Il personale sanitario accorso sul posto in ambulanza ha immediatamente intuito l’origine dei malesseri e ha fatto intervenire i vigili del fuoco di Mantova. Qualche minuto in più e la situazione poteva evolvere in maniera drammatica.

È successo mercoledì mattina poco prima delle sei in un’abitazione di via Nuvolari. È a quell’ora che è partita la chiamata di soccorso. In brevissimo tempo sia il 118 che i vigili del fuoco sono arrivati sul posto. Questi ultimi, grazie alla strumentazione di cui so no in possesso, hanno rilevato la presenza del gas killer. Hanno quindi aperto tutte le finestre per arieggiare la casa mentre le quattro persone venivano trasportate al Carlo Poma di Mantova dove sono state sottoposte alla terapia del caso. Per fortuna, con il passare delle ore, le loro condizioni sono nettamente migliorate e in giornata dimesse. Come già accennato avevano riempito un grosso sacco con del carbone e poi gli avevano dato fuoco.

I commenti dei lettori