In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

I cavalieri d’Italia di Mantova premiano la solidarietà e il merito

Riconoscimenti ad esponenti del volontariato e delle Forze armate per l’impegno. Un diploma anche a una tredicenne di Porto Mantovano

1 minuto di lettura

Si è svolto sabato nella sala delle Capriate il 33° convegno provinciale dell’Unci, l’Unione nazionale cavalieri d’Italia. È stato il presidente Corrado Andreani a presentare scopi e finalità associative introducendo il vice prefetto Giorgio Spezzaferri, il presidente della Provincia Carlo Bottani, il presidente del consiglio comunale Massimo Allegretti e il presidente nazionale Unci Maurilio Ravazzani, relatori al convegno “Uniti per fare di più – un’alleanza tra istituzioni e associazioni per rispondere ai bisogni del territorio”. Durante l’evento sono stati consegnati diplomi di merito e premi di solidarietà attribuiti dall’Unci. Un primo riconoscimento è stato consegnato a Caterina Moccia come “Donna di valore”, consegnato dalla console dei maestri del lavoro Valeria Cappellato; un secondo è andato a Carlo Gasperini “al merito” per l’opera di volontariato, consegnato dal vice prefetto Giorgio Spezzaferri.

Diploma di merito a una studentessa, Sara Ciafardoni, tredici anni, per impegno e altruismo, consegnato dal sindaco di Porto Mantovano Massimo Salvarani e dalla rappresentante del provveditore agli studi Paola Pecchini. Premio solidarietà per l’assistenza ai profughi ucraini, consegnato dal presidente del consiglio comunale Allegretti, a Matteo Amati, direttore della Caritas diocesana. Premio solidarietà anche al presidente dell’Associazione nazionale polizia di stato Roberto Mambrini per l’assistenza svolta con la questura durante l’emergenza profughi ucraini, consegnato dal vice questore Ignazio Messina e dal presidente di Assoarma Roberto Archi.

Il vescovo Marco Busca ha esposto un’analisi sul tema del convegno delineando le crisi attuali e l’importanza delle attività di volontariato in vicende quali l’accoglienza e l’aiuto alle persone bisognose. Un contributo economico è stato consegnato da parte del tesoriere Mario Nespoli e dal vice presidente Guglielmo Campesan al responsabile della casa San Simone Davide Boldrini e alla presidente Ivana Orsini dell’associazione Volontari Curtatone. È stata poi consegnata dal delegato nazionale Unci Carlo Bertello una targa di compiacimento al 4° Missili per l’onorificenza ricevuta dal capo dello Stato.

I commenti dei lettori