In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

In missione con la diocesi: l’opportunità per i giovani mantovani

Presentato il progetto dedicato a persone tra i 18 e i 35 anni. Le destinazioni sono Brasile, Togo, Ecuador, Burkina Faso, Perù e Mozambico

B.R.
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Vivere un’esperienza missionaria. Dopo lo stop imposto dal Covid, la diocesi torna a offrire ai giovani dai 18 ai 35 anni la possibilità di vivere l’esperienza della missione affiancando i missionari e imparando cosa significa concretamente entrare in altre culture, tradizioni e modi di vivere. Ai ragazzi verrà chiesto di aiutare, ma anche di praticare l’ascolto. Sarà l’occasione per incontrare persone e conoscere storie.

Le destinazioni sono Brasile, Togo, Ecuador, Burkina Faso, Perù e Mozambico.

«Anche noi accogliamo giovani che vengono qua per alcune settimane o anche dei mesi per fare un’esperienza diversa basata sull’essenzialità – spiega suor Elisabetta Scaglioni del Togo - L’esperienza li porta a conoscere un mondo diverso con una sua cultura e basato sull’essenzialità. I giovani ci aiutano nelle attività quotidiane, nella distribuzione di pacchi, ma anche semplicemente giocando con i bambini. Sono esperienze che lasciano il segno. Se i ragazzi arrivano chiusi in se stessi, ripartono con un bagaglio molto ricco. Si riscopre il sorriso, la semplicità. Si scopre che non serve sempre l’acqua calda, ma si può usare anche l’acqua fredda. Si scopre che si può mangiare piatti semplici e l’importanza di non sciupare. C’è posto per tutti. I giovani imparano cose che daranno qualcosa in più alla vita di tutti i giorni e magari la miglioreranno».

In ciascuna meta sono presenti missionari e missionarie di origini mantovane. Per arrivare preparati alla partenza, la diocesi ha organizzato un percorso formativo di sei incontri tra gennaio e marzo.

La presentazione del progetto “Giovani in missione 2023, un desiderio diffuso” è stata sabato scorso nell’ex seminario. 

I commenti dei lettori