In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Da Fondazione comunità mantovana soldi per i più poveri e per i profughi ucraini

Erogati duecentomila euro per una serie di interventi. Finanziato un emporio solidale per aiutare le famiglie

Luca Scattolini
1 minuto di lettura

Due fondi, uno per finanziare le iniziative a favore dei profughi ucraini e l’altro destinato alle persone in difficoltà con il carovita. Con il fondo povertà e il fondo Ucraina, rispettivamente di centotrentamila e settantamila euro, la Fondazione comunità mantovana ha finanziato progetti realizzati da enti e associazioni che operano sul territorio. A presentarli, ieri nella sede di via Portazzolo, il segretario Giuseppe Amadei, l’assessore comunale al welfare Andrea Caprini, Donatella Panizzi della Provincia, il direttore Caritas Matteo Amati ed esponenti dell’associazionismo.

Per quanto riguarda il fondo povertà Agape onlus ha ricevuto un sostegno per interventi a favore delle famiglie bisognose, con particolare attenzione ai ragazzi in età scolare; Acli ha inaugurato un emporio solidale a Mantova e un altro a Volta Mantovana gestito dall’associazione “Volta per Volta”; Solco ha utilizzato il fondo per riqualificare professionalmente dei migranti e un giovane italiano con problemi legati alla giustizia; “Porto in rete” ha promosso interventi di formazione professionale per persone che non trovano lavoro; il Centro consulenza familiare di Viadana ha utilizzato i soldi di Fondazione comunità per contrastare la povertà educativa dei giovani e infine il Rotary club Postumia ha distribuito kit solidali per fasce di popolazione in povertà, che equivalgono a 63mila pasti nell’arco di tre settimane.

Con il fondo Ucraina sono state realizzate iniziative per i profughi, in particolare dalla Caritas che ha accolto minori e adulti in fuga dalla guerra. Il circolo Serenissima di Roncoferraro ha organizzato attività sportiva per ragazzi dai 6 ai 16 anni; il Centro aiuto alla vita si è mobilitato a favore di donne e bambini con attività di contrasto alla violenza di genere e l’associazione Musicanuova ha organizzato arteterapia, yoga e alfabetizzazione per 42 mamme e 38 bambini Ucraini. «Come si verifica ogni giorno, semplicemente facendo la spesa o pagando le bollette, il conflitto e la riduzione nelle forniture energetiche hanno determinato un rialzo dei prezzi che colpisce di più le persone a basso reddito».

I commenti dei lettori