In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Vigili del fuoco ed esercito festeggiano la patrona: lunedì messa del vescovo

Il comandante di viale Risorgimento, Vincenzo Giordano, saluta Mantova: il 19 dicembre arriva Francesco Martino, oggi alla guida del comando di Reggio Emilia

Nicola Corradini
1 minuto di lettura

Vigili del fuoco e IV Reggimento Artiglieria contraerei  di Mantova, celebrano lunedì 5 dicembre la ricorrenza della  patrona Santa Barbara  (che cade in realtà il 4 dicembre)  con una messa nella chiesa palatina del Ducale alle 11. A celebrare la cerimonia religiosa sarà il vescovo Marco Busca. 

Ad accogliere le autorità saranno alle 10.45 il comandante del reggimento di artiglieria, colonnello Manuel Solastri e il comandante dei Vigili del fuoco, Vincenzo Giordano.

Copyright 2021 Stefano Saccani, all rights reserved 

Per Giordano sarà anche una cerimonia di saluto a Mantova, visto che il 19 di questo mese passerà le consegne al successore Francesco Martino, oggi comandante dei vigili del fuoco di Reggio Emilia.  Giordano, già dallo scorso giugno, ha assunto il ruolo di comandante a Bergamo  restando alla guida del corpo di Mantova in qualità di reggente.

I dati sull'attività dei Vigili del fuoco di Mantova negli ultimi 4 anni (fonte: comando dei Vigili del fuoco)

 

Il futuro comandante di viale Risorgimento è entrato nel corpo nel 1991 come funzionario sempre nel capoluogo emiliano. Ha già guidato i comandi di guidato i comandi di Cremona, Parma e Piacenza. «All’ingegner Martino auguro un buon lavoro – dice Giordano, arrivato a Mantova nel settembre 2021 – questo periodo mantovano è stato positivo, con una grande collaborazione tra istituzioni, a partire dalla Prefettura».  

Negli ultimi 12 mesi, i Vigili del fuoco di Mantova hanno fatto oltre cinquemila interventi, seicento in più rispetto all’anno precedente. Il tipo di soccorso più frequente riguarda ovviamente gli incendi (e le esplosioni): nel Mantovano se ne sono verificati 1.345 nel corso del 2022, il numero più elevato negli ultimi quattro anni (1.070 nel 2021, 971 nel 2020 e 1.109 nel 2019).

Il personale, tuttavia, rimane al di sotto dell’organico necessario: la carenza è di -25   operatori (vigili, capisquadra e capireparto), ma sono da rafforzare anche gli ispettori antincendio (sono tre, dovrebbero essere cinque) e il personale logistico (12 contro i 18 previsti dalla pianta organica). 

I commenti dei lettori