In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Targa in Pediatria ad Asola ricorda l’ex primario e camere rimodernate

La celebrazione in memoria del dottor Eugenio Beluffi. L’area riaperta rinnovata grazie ad “Amici” e Apindustria

Luca Cremonesi
1 minuto di lettura

Giornata importante, il 6 dicembre, per l’ospedale di Asola dove, all'ingresso del reparto di Pediatria, riaperto nei mesi scorsi dopo una lunga chiusura imposta dalla pandemia, è stata scoperta una targa in memoria del primario Eugenio Beluffi. La targa, su proposta dell’attuale direttore della struttura Chiara Bottura, ricorda dunque il medico che ha fondato questa struttura. «La sua scomparsa, avvenuta il 12 aprile 2021, ha lasciato un vuoto fra i colleghi e i cittadini» è stato ricordato prima di togliere il drappo che copriva la targa.

Oltre al direttore generale Mara Azzi e a Chiara Bottura erano presenti i rappresentanti dell’associazione Amici dell’ospedale di Asola - che ha sostenuto l’iniziativa in ricordo di Beluffi - e Apindustria Confimi Mantova, rappresentata dalla presidente Elisa Govi e da Stefania Trentini, responsabile Area Relazioni Industriali Lavoro e Welfare. Apindustria ha coordinato un gruppo di aziende che hanno consentito l’acquisto di arredi per le degenze dei piccoli pazienti e a sua volta ha contribuito all’intervento solidale: Mantova Gomma srl di Porto Mantovano, Sostegno Ovale onlus rugby Colorno di Colorno, Amica Chips spa di Castiglione delle Stiviere, Transfilm di Viola Cesarino & c. e Gizeta calze srl di Castel Goffredo, Profilsystem srl di Asola. Un esempio di impegno della comunità locale a favore della sanità mantovana. «Apindustria - dichiara la presidente Elisa Govi - è orgogliosa di aver partecipato all’ammodernamento del nuovo reparto attraverso il contributo dei propri imprenditori. Ci auguriamo tutti che, finalmente, i bambini bisognosi di cure possano trovare un luogo accogliente e ben attrezzato per loro». 

I commenti dei lettori