In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
pesca

La famiglia Fipsas mantovana si allarga grazie a una nuova società

Si tratta dell’Iron Fishing, di Castiglione, nata dall’idea di un veterano della pesca. I dirigenti: puntiamo a diventare un punto di riferimento anche per i più giovani

Davide Casarotto
1 minuto di lettura

Una nuova società entra a far parte della numerosa famiglia delle affiliate alla Fipsas di Mantova: si tratta dell’Iron Fishing, con sede a Castiglione delle Stiviere, nata dall’idea di un veterano della pesca agonistica come Diego Menoni, che ha assunto il ruolo di vicepresidente. La presidenza è affidata a Mirko Bazoli, la segreteria a Francesco Salvi: lo scopo del nuovo club è quello di promuovere presso i giovani che si stanno avvicinando alla pesca le basi della pesca a spinning, portando avanti discipline ormai consolidatesi sul nostro territorio come il bass-fishing, da riva o da natante, la pesca ai predatori e, non da ultima, lo street fishing, la pesca in contesti urbani di cui Mantova ospiterà in novembre il Campionato Mondiale.

«Siamo un gruppo di ex agonisti e amici che ha deciso di dar corpo all’idea di diffondere ai giovani e a chiunque si avvicina al nostro mondo qual è l’abc della pesca a spinning – spiega Menoni – al giorno d’oggi, con tutti i canali di comunicazione che ci sono, social in primis, soprattutto i giovani sono travolti da un fiume indistinto di informazioni. Alla fine però la pratica e i rudimenti di tutte le discipline si apprendono sul campo o ascoltando chi sul campo c’è già stato. Noi vogliamo essere da riferimento e, diciamo così, guida per le nuove leve, tanto per chi vuole pescare per passione che per chi immagina di intraprendere una carriera da agonista».

Il nuovo sodalizio, ancora in fase di formazione, vanta già una quarantina di tesserati: molti castiglionesi, molti dalla vicina provincia di Brescia ma anche da altre aree del Nord Italia. Dal tesserato più giovane, che ha 13 anni, fino al più maturo, che ne ha 61. «Che sono io – sorride Menoni – ho fatto l’agonista dal 1988 al 2010, avevo già fatto parte della federazione mantovana con il progetto della società Lenza 90 dedicato alla pesca alla trota, dopo una parentesi nel Bresciano ho deciso di dare il mio contributo a questa nuova idea».

I progetti in cantiere naturalmente non mancano. «Stiamo ultimando gli ultimi dettagli per il Trofeo Città di Mantova che organizzeremo il 23 aprile – anticipa - a maggio invece daremo il nostro contributo per organizzare sempre a Mantova una prova di qualificazione al Campionato Italiano di street-fishing, disciplina di cui noi siamo grandi promotori. Tant’è che siamo pronti a metterci a disposizione in occasione dei Mondiali. Ho anche un sogno personale: quello di diffondere e valorizzare il nostro fiume Mincio».

I commenti dei lettori