In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Quei segni rossi sul collo di Yana: prima le botte, poi lo strangolamento

Il 4 febbraio l’autopsia sul corpo della giovane. Non aveva paura dell’ex fidanzato, si era messa calzoncini e t-shirt da casa

Rossella Canadè
Aggiornato alle 2 minuti di lettura
I commenti dei lettori