In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
motteggiana

Scuola verso i collaudi Ma l’inaugurazione alla ripresa delle lezioni

L’edificio completamente in legno è ormai ultimato Tempi più lunghi per pandemia e aumento prezzi

M.P.
1 minuto di lettura

MOTTEGGIANA

L'assessore all'istruzione Renato Brioschi fa il punto della situazione relativo allo stato avanzamento lavori alla nuova scuola primaria: «Con l’approssimarsi della conclusione dell’anno scolastico 2022-23, l’amministrazione comunale ha esaminato ciò che è stato fatto e ciò che resta da fare per terminare la realizzazione della scuola. Siamo in fase di raccolta delle certificazioni relative ai lavori già svolti. Stiamo provvedendo ai collaudi strutturale ed acustico; il Certificato APE (Attestato Prestazione Energetica), Accatastamento, sopralluogo dei Vigili del Fuoco. L’avanzamento dei lavori è in funzione degli allacciamenti dei sottoservizi ai quali è subordinato il restante 5/6% del completamento dell’opera intera. Vorrei porre all’attenzione della cittadinanza alcune specifiche caratteristiche che costituiscono un plus di questo edificio - ha detto l'assessore Brioschi - La scuola è integralmente costruita in legno, il nuovo parcheggio è dedicato per la sicurezza dell’utenza scolastica; l'area antistante la scuola è riservata alle attività didattiche e ludiche. In particolare per il parcheggio si sta realizzando l’impianto di illuminazione. L’asfaltatura invece sarà l’ultimo intervento da eseguire. Tengo a precisare che il cantiere è stato aperto a luglio 2020, in piena fase di pandemia, che inevitabilmente ha comportato dei tempi di realizzazione più lunghi - ha proseguito Brioschi - Pure l’aumento dei prezzi delle materie prime e la difficoltà a reperire le stesse hanno condizionato le tempistiche di realizzazione. Va ricordato che i progetti per la realizzazione del parcheggio per 200mila euro e delle opere accessorie per 70mila euro sono stati finanziati interamente dall'amministrazione, con risorse proprie, senza contrarre finanziamenti; poichè tali progetti non erano previsti in quello iniziale che prevedeva la sola realizzazione dell’edificio scolastico. Infine l’obiettivo è quello di poter aprire la scuola con l’inizio del prossimo anno scolastico». M.P.

I commenti dei lettori