L'incontro

Dolce&Gabbana: 'Le botteghe artigiane dietro il successo del nostro stile unico'

Dare al lavoro il giusto valore: un principio irrinunciabile per i due stilisti che hanno deciso di spostare l'intera produzione in Italia. Puntando tutto sulla sua preziosa manodopera
(in foto: look della collezione Alta Moda presentata a Firenze a settembre 2020)
3 minuti di lettura

Qualche giorno fa, su Instagram, un negozio francese di abbigliamento vintage molto quotato ha proposto in vendita una camicia di Dolce&Gabbana del 1992. Tra i particolari messi in risalto dal venditore, i bottoni ai polsini: due piastrine di porcellana con sopra, dipinti a mano, la Torre di Pisa e il Colosseo. Un dettaglio in apparenza secondario, ma che risulterebbe giusto anche nelle loro collezioni attuali, quasi 30 anni dopo (la camicia è stata venduta in meno di un’ora).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori