May Musk nella campagna Every Body Is a Summersalt Body 

La strada per l'inclusività passa anche per il beachwear

La campagna estate 2021 Summersalt ha per protagoniste donne dai 23 ai 73 anni, dalla taglia zero alla 56, con diverse tipologie di corpo e rappresentanti di tutte quelle "comunità per troppo tempo ignorate dalla moda"

2 minuti di lettura

Da tempo nel mondo della moda e del beauty si è sollevata la questione dell’inclusività, ovvero della necessità di rappresentare tutti i tipi di corpo. Non solo le modelle con le taglie canoniche e la pelle liscissima, ma donne di tutte le forme, colori, età. La questione è al centro del dibattito ormai da tempo, specialmente grazie ai social. Ebbene, gli effetti di questa riflessione collettiva si iniziano a vedere, e alcuni brand hanno imparato meglio di altri a ‘maneggiare’ le istanze di inclusività che il pubblico oggi desidera. Tra questi c’è senza dubbio Summersalt, brand di beachwear che da tempo ha risposto alla chiamata per una maggiore rappresentazione di tutti i tipi di fisicità, e ha deciso di celebrare la diversità con una bellissima campagna estiva 2021.

Il brand ha scelto 24 donne, tra imprenditrici, sportive, attiviste e influencer, per incarnare lo spirito di “Every Body Is a Summersalt Body” (“Tutti i corpi sono corpi Summersalt”). La campagna vuole mostrare come i costumi da bagno del brand siano perfetti per ogni tipo di fisicità, nessuna esclusa. A indossarli, la designer Carly Cushnie, le stylist Stacy London e Micaela Erlanger. L’influencer Hannah Bronfman e la modella Maye Musk (sì, la mamma di Elon Musk). Ci sono le calciatrici Ashlyn Harris e Ali Krieger, e la ginnasta medaglia d’oro ai Giochi Olimpici Speciali Chelsea Werner. E ancora, le attrici e scrittrici Erin e Sara Foster, la dottoressa Deepika Chopra, la modella plus-size Andrea Thomas e la modella transessuale Jari Jones, la blogger Jessica Nabongo, e Lauren Wasser (la modella che ha perso entrambe le gambe in seguito allo shock tossico causato da un assorbente interno), tra le altre.

Ci sono corpi muscolosi e corpi esili, corpi slim e corpi oversize, tatuati e con la vitiligine, bianchi, neri e con tutte le sfumature intermedie, con disabilità, con smagliature, con i segni dell’età. Ci sono donne che allattano, donne che ridono, ballano e scherzano, donne che non rientrano nei canoni tradizionali della modella di beachwear. Donne che vanno dai 23 ai 73 anni, dalla taglia zero alla 56: “Volevamo rappresentare tutte le comunità che sono sempre state trascurate non solo dall’industria dei costumi da bagno, ma storicamente da tutto il mondo del marketing”, ha dichiarato Reshma Chattaram Chamberlin, cofondatrice di Summersalt, riporta WWD. “La Body positivity è sempre stata al centro della missione di Summersalt, e questa campagna fa da cassa di risonanza alla chiamata per l’inclusività”.

Ciliegina sulla torta, si tratta anche di costumi da bagno green: molti dei pezzi pensati per l’estate 2021 sono ottenuti da materiali di riciclo. “Vogliamo che le persone che vedono questa campagna siano consapevoli del fatto che la bellezza non è una taglia unica, e che tutte devono potersi sentire perfettamente a proprio agio in un costume, a prescindere da età o misure”, ha commentato l’altra co-founder del marchio, Lori Coulter. “Vogliamo incoraggiare tutte le donne ad accogliere tutto il divertimento che la vita offre loro”.