CAPELLI

Dallo shag al choppy: i caschetti dell'autunno sono scalati (e rock)

Miley Cyrus 
La parola d'ordine dei tagli medi di stagione è scalare. E spettinare, per teste dall'allure rock anni 70 o grunge. Per chi invece ama le simmetrie, la proposta del momento è il "blunt bob". Ecco quali sono i caschetti di tendenza dell'autunno-inverno e come scegliere il più adatto al proprio viso
2 minuti di lettura

Dagli anni 70 agli anni 80: sono queste le decadi che definiscono le tendenze nei tagli di capelli medi dell'autunno / inverno 2021-2022. Mai come quest'anno la ripartenza autunnale porta con sé la voglia di darci un taglio e i caschetti - nelle loro innumerevoli varianti - tornano a essere uno degli hairstyle più scelti. Anche grazie alla loro versatilità: per passare dall'allure rock di uno shag anni 70 al grunge di un bob ondulato di fine anni 80, infatti, basta giocare con lo styling e con la lunghezza di pochi ma strategici ciuffi. Con un imperativo comune: scalare. Di seguito, Alex Cappelletti, Salon Director di Toni&Guy Bologna, ci guida ai tagli medi più di tendenza per l'autunno/inverno 2021.

 

LO SHAG ANNI 70

Lo hanno rilanciato icone musicali come Miley Cyrus e Billie Eilish, riprendendo un look che evoca gli anni 70: "Si tratta di un taglio che ha fatto la fortuna di rockstar interplanetarie come Mick Jagger e Jim Morrison, che trasmette sensualità e trasgressione", spiega Alex Cappelletti.

IL TAGLIO: "Consiste in una forma di media lunghezza con una forte scalatura interna che crea un movimento molto leggero della chioma, estremizzato da una frangia lunga sul viso che completa il tutto. Ha bisogno di tanto volume, soprattutto sui lati: più i capelli sono arruffati e sconvolti più sono on-trend. L’effetto super sfilato è molto pronunciato anche su tutto il perimetro, tanto da nasconderne le linee.

IDEALE PER: "Funziona su ogni tipo di testa, perché stempera e ammorbidisce ogni forma e lineamento". E anche perché, aggiungiamo, è facilmente modulabile nella lunghezza e nella scalatura. Il suo accessorio must? "Secondo me è fantastico sia con frangia sugli occhi leggera e sfilata, sia con una riga centrale e la frangia a tendina".

 

IL CHOPPY LOB ANNI 80

Sempre sulla scia delle scalature importanti, un altro look da tenere d'occhio è il Chobby Lob, letteralmente un caschetto lungo e mosso, che per questa stagione porteremo nella sua versione più grunge, con capelli spettinati dal finish asciutto e mat.

IL TAGLIO: "Si tratta di un bob lungo con una scalatura forte che dona movimento e volume, abbinato però a una base piena e definita come quella del bob. Lo vedremo anche questo portato con una riga spettinata al centro della testa e, nella versione 2021, avrà una finitura naturale e asciutta, quasi grunge, grazie all’utilizzo di prodotti più opachi che lucidi".

IDEALE PER: "Chi ama portare i capelli super naturali o lavorati a spazzola, ma è ottimo anche per le amanti delle onde, che sono enfatizzate dalla leggerezza dei volumi. Eviterei invece di portarlo con la riga perfetta tipo colpo d’ascia". La frangia che si adatta meglio a questo taglio, invece, non è quella profonda dello shag, ma una frangia-ciuffo, che scopre il viso e permette di essere gestita sia con la riga in mezzo sia di lato.

 

IL BLUNT BOB

Il caschetto più classico per questa stagione è in versione blunt bob, ovvero un carrè più grafico e pulito, quasi in contrapposizione alle due tendenze precedenti.

IL TAGLIO: "Si tratta di un taglio molto grafico e scolpito con linee nette e precise e spesso accompagnato da una frangia altrettanto compatta e pulita, la blunt fringe, uno dei must della stagione. L’effetto finale ricorda quasi una parrucca, per l’immediatezza delle linee".

IDEALE PER: "Chi ha capelli sottili e poco corposi, e sui visi che necessitano di linee forti, a compensare lineamenti armoniosi e proporzionati. Sempre super elegante e di forte personalità".

 

HYME CUT

Di origine giapponese, è un taglio che veniva regalato alle ragazze al compimento dei vent'anni.

IL TAGLIO: Da portare liscio, per evidenziarne la forma, è un caratterizzato da una frangia pari all'altezza degli occhi e da due ciocche laterali tagliate all'altezza delle orecchie. Il risultato è una doppia lunghezza simmetrica che ricorda l'ormai famoso mullet bang detto anche "doppio taglio", uno degli hairstyle più dibattuti e odiati dello scorso anno.

IDEALE PER: La simmetria geometrica per essere ben evidente richiede capelli lisci e non troppo spessi.