Relazioni

Silvia: "L’ho tradito per vendicarmi della sua infedeltà"

Tre anni bellissimi e poi il trasferimento in una nuova città. Lui lavora tantissimo, lei si sente abbandonata. Poi, scopre da un'amica che lui ha una relazione con una collega e decide di ripagarlo con la stessa moneta. "La vendetta è una forma pigra di dolore perché spesso passato il momento di sfogo in cui ci sente forti, il dolore torna a bussare con più forza", spiega l'esperta

Se volete raccontare la vostra storia perché venga pubblicata, previa valutazione della redazione, potete scrivere alla mail a tradimenti@gedi.it
6 minuti di lettura

"Avrei potuto lasciarlo oppure perdonarlo, invece no. Ho scelto di ripagarlo con la sua stessa moneta e l’ho tradito anche io. Per vendetta, per rancore, con il forte desiderio di fargli provare lo stesso dolore quando ho scoperto che mi era infedele. 'Non sei matura Silvia, non si reagisce così', mi ha detto la mia cara amica Sara quando le ho raccontato il mio piano.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori