Simone Menezes, la direttrice d'orchestra che trasforma la musica in anima

Simone Menezes, la direttrice d'orchestra che trasforma la musica in anima

Il docufilm "Metanoia", prodotto da Cartier, ricostruisce l'universo artistico e musicale dell'italo-brasiliana e del suo Ensemble K. Da Bach a Ennio Morricone passando per i luighi simboli della bellezza italiana

1 minuti di lettura

Un viaggio in Italia tra musica classica, arte e paesaggio, condotti dalla direttrice d'orchestra italo-brasiliana Simone Menezes alla ricerca dell'anima. "La direzione femminile non si basa sulla forza ma su una visione, è una direzione inclusiva", spiega Menezes che della sua visione ha fatto una regola raccontata nel docufilm Metanoia. Il termine, che deriva dal greco antico “al di là della noia” ed è diventato per estensione metafora di rinnovamento, acquisizione di nuove prospettive, elevazione di sé, è alla base del documentario diretto da Paul Smaczny dedicato all’ultimo progetto polifonico Menezes e del suo Ensemble K, prodotto in collaborazione con Cartier, che sostiene l’artista sin dal 2019 e che in questa occasione le ha messo a disposizione una carte blanche. 

Simone Menezes
Simone Menezes 
Metanoia è una sorta di Grand Tour visivo nel quale la bellezza delle tappe fisiche, dalla Cappella Brancacci di Firenze al Cenacolo Vinciano di Milano, passando per Sant'Andrea al Quirinale e Villa Medici a Roma fino al Teatro all'Antica di Sabbioneta e al Castello di Castagneto Carducci, si fonde con un mosaico di opere musicali di grandi compositori dalla visione "metaforica" del mondo da Bach a Villa-Lobos, da Puccini a Ennio Morricone.

In questo percorso il pubblico viene condotto da Simone Menezes alla scoperta di studiosi, esperti e artisti che come lei interpretano l'arte dandole un'anima. Tra questi compaiono il direttore d'orchestra Antonio Pappano, il pittore tedesco Michael Triegel a proposito del Cenacolo e della Cappella Brancacci; il padre gesuita priore Alessandro Manaresi ritratto nella meravigliosa Sant’Andrea al Quirinale, il direttore Alberto Cavalli alla Fondazione Michelangelo presso Villa Medici.

Simone Menezes dirige l'Ensemble K nel Teatro all'Antica di Sabbioneta
Simone Menezes dirige l'Ensemble K nel Teatro all'Antica di Sabbioneta 
A fare da colonna sonora ci sono le interpretazioni dal vivo dell'Ensemble K (diventate un album prodotto da Accentus), un'orchestra multiculturale specializzata nel repertorio cameristico del ventesimo secolo e creata da Menezes nel 2020. La direttrice d'orchestra italo-brasiliana, residente in Francia dal 2017, è una musicista che ha fatto della fusione tra repertorio classico e contemporaneo la sua forza. Oltre a dirigere il suo Ensemble è stata direttrice ospite di orchestre come la Filarmonica di Rotterdam, l'Orchestra di Santa Cecilia, l'Orchestra Sinfonica Nazionale del Brasile, l'Orchestra Filarmonica di Osaka. Inoltre collabora regolarmente con la Philharmonie de Paris, dove nel 2021 ha diretto un concerto sul tema della foresta amazzonica in collaborazione con Sebastião Salgado, con il Los Angeles Phil, Munich Philharmonich e la Berlin Radio Symphony.