Reali

Alberto e Charlène già separati: "Non è mai stato un grande amore"

Alberto e Charlène già separati: "Non è mai stato un grande amore"
Una persona vicina alla famiglia reale monegasca rivela la verità che tutti sospettavano: "La coppia reale non esiste più da tempo". E rincara la dose mettendo in dubbio la natura stessa del legame: "Tra i due non c'è mai stato un rapporto stretto"
1 minuti di lettura

È il settimanale Oggi a mettere la parola fine sulle elucubrazioni che cercavano, fino a ieri, di trarre dei segnali dal "linguaggio del corpo" nella foto posata della famiglia reale monegasca e nella circostanza che il sovrano Alberto II si trovava in viaggio in Puglia da solo.

È Vera Dillier a confidarsi in esclusiva con il settimanale italiano e a svelare quella che definisce una verità nota a Monte Carlo: "Nel Palazzo non è un segreto per nessuno che siano separati. Un rapporto stretto o un grande amore non è mai esistito fra di loro. Sulla Rocca si dice che Charlène apparirà ogni tanto a qualche evento pubblico, a dimostrare che tutto va bene. Insomma, si cerca di salvare le apparenze".

Dunque non ci sarebbe neppure da aspettarsi una conferma a queste circostanze. Il rapporto "di facciata" della coppia dovrebbe continuare senza scossoni e questo aggiunge un elemento di lettura alla sofferenza di Charlène, definita spesso, sin dai tempi del matrimonio, la "principessa triste".

Alberto di Monaco in Puglia, prima tappa a Terlizzi: "Qui i Grimaldi per oltre un secolo"

La Dillier, amica di vecchia data di Alberto, solito trascorrere i soggorni in montagna nella sua casa di Sankt Moritz, aggiunge: "A quei livelli non si divorzia. Ci sono solo poche eccezioni, come il principe Carlo con Diana… Il principe mette a disposizione la residenza di Roc Agel e per lui la questione è chiusa".

Resta in nodo della salute di Charlène e sorge il legittimo sospetto che nel malessere della ex nuotatrice possa giocare un ruolo decisivo questo presunto "matrimonio di facciata".

Circa l'affidamento dei figli, sempre secondo le affermazioni della signora Dillier, non esisterebbe margine di trattativa: "In questi ambienti, specie se si tratta di eredi al trono, i figli rimangono al padre. Sempre. Anche in una battaglia giudiziaria, Charlène non potrebbe averli".